La Germania teme che la disponibilità di Tornado collassi con il ritiro di Tornado dalla RAF

La Luftwaffe utilizza oggi quasi un centinaio di aerei d'attacco Tornado, costruiti negli anni '80 dal consorzio Panavia che riuniva industrie britanniche, tedesche e italiane. La Royal Air Force ha annunciato che i propri Tornado GR4 saranno ritirati dal servizio entro la fine dell'anno, sostituiti da Typhoon le cui capacità di attacco al suolo saranno aumentate, in particolare grazie al trasporto del missile Storm Shadow, e agli F35B che stanno attualmente entrando in servizio presso la Royal Air Force. 

La Luftwaffe, invece, al momento non ha un piano a breve termine per sostituire i suoi Tornado, che prevede di prolungare almeno fino al 2025, e probabilmente fino al 2030, periodo durante il quale dovranno essere gradualmente sostituiti, probabilmente con nuovi  Typhoon aventi capacità aria-terra (il Typhoon I tedeschi hanno solo capacità aria-aria).

Con il ritiro dal servizio dei GR4 britannici, la Luftwaffe teme di mantenere il proprio Tornado in condizioni operative, già in difficoltà, peggiora ulteriormente e i suoi costi esplodono.

Al di là dei legittimi timori espressi dal Ministero della Difesa e dalla Luftwaffe, non possiamo isolare questa dichiarazione dalle pressioni molto significative subite dalle autorità tedesche affinché aderiscano al club degli F-35. Tuttavia, se la Germania cedesse alle sirene della Lockheed, è ovvio che ciò ostacolerebbe notevolmente il progetto di cooperazione franco-tedesca sull'FCAS, il caccia di sesta generazione annunciato congiuntamente da E.Macron e A.Merkel, per non parlare della dura colpo ad Airbus che promuove una soluzione basata su Typhoon.

Per ulteriori

SOCIAL NETWORKS

Ultimi articoli