Cina e Russia possono ottenere un vantaggio contro le forze aeree statunitensi?

La potenza militare degli Stati Uniti si basa in gran parte sulla loro capacità di garantire la superiorità aerea, che dipende in gran parte dai loro aerei da rilevamento avanzati, come l’E3 Sentry, l’E8 JSTAR o l’E2 Hawkeye.

Questa capacità di far funzionare questi sistemi è oggi seriamente compromessa dal progresso delle forze russe e cinesi. In ogni caso, è questa l'osservazione fatta dal segretario dell'Aeronautica Militare, Heather Wilson, ai membri del parlamento americano.

Secondo lei, le forze aeree dei due paesi ora lo hanno la possibilità di eliminare questi dispositivi, anche quelli più recenti come l'E-8C, fin dal primo giorno di un ipotetico confronto.

Questo annuncio in realtà non sorprende chi segue da vicino le forze militari russe e cinesi. Pertanto, i Su-35, gestiti dalle due forze aeree, hanno una gittata di oltre 1500 km e possono schierare il missile R-77M1 che, dotato di statoreattore, è l'equivalente del Meteor europeo, e viene dato in dotazione trasportare più di 175 km. Anche la Cina sta utilizzando questo missile e questo dispositivo, e possiede anche il caccia stealth J-20, la cui funzione principale, secondo tutti gli analisti, sarà quella di eliminare gli aerei di supporto nemici, come gli aerei da rilevamento e le petroliere. La Cina potrebbe presto ottenere un vantaggio decisivo in questo settore, con il missile PL-15 attualmente in fase di sviluppo, la cui gittata raggiungerebbe, secondo le fonti, dai 320 ai 400 km. Questo missile è appositamente progettato per eliminare questi velivoli di supporto e rilevamento; probabilmente non è nemmeno in grado di intercettare un caccia in manovra. 

La perdita di capacità avanzate di rilevamento aereo danneggerebbe anche la capacità degli F-22 e degli F-35 statunitensi di operare di nascosto, poiché gli aerei dovranno utilizzare i loro potenti radar per rilevare le minacce. D'altro canto, lo scambio e la fusione di dati tra i dispositivi consentirà di utilizzare alcuni F-35/F-22 come velivoli da rilevamento, e altri come piattaforma d'attacco, quest'ultima rimanendo in modalità passiva, quindi furtiva. 

In ogni caso, l’assoluta superiorità aerea che ha costituito per decenni la base della strategia di difesa degli Stati Uniti e della NATO è oggi, nella migliore delle ipotesi, compromessa. Considerando che le forze terrestri occidentali sono sempre state numericamente inferiori a quelle russe o cinesi, l’egemonia militare occidentale sembra essere oggi ampiamente contestata.

Per ulteriori

SOCIAL NETWORKS

Ultimi articoli