Il Racer, un colpo di genio di Airbus Hélicopters

La prossima generazione di elicotteri militari segnerà, senza dubbio, un cambiamento rispetto alle generazioni precedenti. Ciò è dovuto a due ragioni principali: il notevole rafforzamento delle risorse di rilevamento e ingaggio contro obiettivi terrestri e navali, costringendo gli elicotteri che operano da questi punti a percorrere distanze più lunghe per svolgere le loro missioni, e l’aumento delle prestazioni dei sistemi antiaerei, costringendo gli elicotteri ridurre al minimo il tempo di presenza al di sopra delle zone di impegno e, se necessario, fuggire da esse il più rapidamente possibile. In altre parole, velocità e autonomia diventeranno i fattori chiave per la sopravvivenza e le prestazioni di un elicottero militare di domani. 

Per rispondere a queste sfide, l’esercito americano ha lanciato il programma Future Vertical Lift, destinato a sostituire l’intera flotta di elicotteri, dal ricognitore OH-58 Kiowa al trasporto pesante Chinook. Inizialmente il FVL si dedicò alla sostituzione dell'UH-60 Black Hawk, l'elicottero da manovra in dotazione all'esercito americano, e per rispondere a questo furono selezionati due progetti: il V-280 della Bell e l'S-97 Sikorsky Raider. Il V280 utilizza la tecnologia del rotore inclinabile, come il Marine Corps Osprey. La soluzione ha mostrato i suoi vantaggi, soprattutto in termini di velocità, ma anche i suoi rischi, con un numero significativo di incidenti durante le fasi di transizione. L'S97 di Sykorsy ha scelto, dal canto suo, una soluzione con rotori controrotanti ed elica propulsiva, in un mix tra le produzioni russe di Kamov e gli AH-56 Cheyenne nati comunque all'inizio degli anni 70. A differenza di quest'ultimo, l'anti-torque, cioè la forza che permette al dispositivo di non ruotare su se stesso a causa della rotazione del rotore principale, è fornita dai 2 rotori principali che ruotano in sensi opposti. La soluzione prevede sicuramente un elevato livello di prestazioni, ma anche un altissimo livello di tecnicità, quindi di manutenzione, e quindi di costi.

Sikorsky S97 Raider 2 Notizie sulla difesa | Germania | Costruzione di elicotteri militari
L'S97 Raider di Sikorsky utilizza un rotore controrotante e una configurazione con elica di spinta

Pur non avendo partecipato al concorso FVL perché la sua domanda è stata respinta dalle autorità statunitensi, il produttore di elicotteri franco-tedesco Airbus Helicopters ha studiato anche i problemi dell'alta velocità, con il dimostratore X3 dotato di propulsione ibrida con 2 eliche di trazione distribuite su ciascun lato del fusoliera, la cui energia viene catturata sulla linea principale e fornisce sia anti-coppia attraverso il differenziale applicato, sia una maggiore spinta per raggiungere velocità elevate. Il dimostratore raggiunse così la velocità di 472 km/h ad un'altitudine di 10.000 piedi, oltre 150 km/h in più rispetto al Dauphin da cui era basato.

Questo approccio è particolarmente brillante, poiché si basa su una tecnologia relativamente semplice che non moltiplica le parti mobili di un elicottero più del necessario, fornendo al contempo prestazioni di alto livello, semplificando la manutenzione e riducendo i costi del dispositivo. Airbus Helicopters si è impegnata, nel 2017, a sviluppare un nuovo dimostratore basato su questa tecnologia, il Racer per un velivolo ad ala rotante rapido ed economico, questa volta utilizzando due gondole di propulsione che consentono, secondo Airbus, di risparmiare fino al 10% di carburante, garantendo al tempo stesso una velocità di crociera di oltre 200 nodi, ovvero 400 km/h.

X3 Airbus Notizie sulla difesa | Germania | Costruzione di elicotteri militari
A differenza del Racer, il dimostratore X3 utilizzava eliche di trazione, non propulsive.

Sorprendentemente, il dimostratore europeo si rivolge innanzitutto al mercato off-shore, tradizionale sbocco per gli elicotteri Airbus, e le applicazioni militari della tecnologia non sono, per il momento, sviluppate. Questa decisione deriva dal metodo di finanziamento europeo scelto dal produttore di aerei, che riguarda solo le attrezzature civili. Tuttavia, la logica che spinge gli eserciti statunitensi a ricercare maggiore velocità e raggio d'azione per le loro ali rotanti vale anche per gli europei, più in particolare per la Francia che sta implementando 3 navi da proiezione e da assalto anfibio utilizzando, in parte, elicotteri per schierare forze su terra. 

Resta da vedere se gli eserciti francese ed europeo sosterranno questa straordinaria tecnologia, sia dal punto di vista operativo che commerciale. Molto spesso in Francia, e più in generale in Europa, il tempo trascorso tra l'idea e la sua applicazione fa perdere gran parte della rilevanza e dei vantaggi esclusivi dell'idea.  

Per ulteriori

SOCIAL NETWORKS

Ultimi articoli