Google Map rivela nuove basi militari segrete

- Pubblicità -

Le nuove tecnologie a volte non sono una novità. Una Aggiornamento dello strumento di mappatura di Google ha così rivelato l'ubicazione di diversi siti militari taiwanesi. La visualizzazione 3D lascia poco all'immaginazione e rivela in dettaglio un sito di lancio missilistico Patriot degli Stati Uniti, ora segreto, o il National Security Bureau (intelligence taiwanese). Una task force è stata subito costituita da Taipei per evitare il ripetersi di un simile evento e migliorare il camuffamento delle sue basi militari. Già nel 2016 il Ministero della Difesa taiwanese doveva intervenire affinché l'isola di Taiping nel Mar Cinese Meridionale non fosse più visualizzata in chiaro sullo strumento di mappatura di Google. 

Le autorità si sono affrettate a minimizzare la portata delle rivelazioni. Il ministro della Difesa nazionale taiwanese Yen Teh-Fa ha ricordato che le informazioni più sensibili si trovano all'interno degli edifici, lontano dalla portata dei satelliti di Google. Allo stesso modo, l’ubicazione e la configurazione dei siti militari cambierebbero e rimarrebbero mobili. Le rivelazioni potrebbero addirittura essere già obsolete.

Gli esempi tuttavia diventano sempre più frequenti. Le applicazioni rivolte al grande pubblico consentono, direttamente o indirettamente, di localizzare siti o attività militari sensibili. Nel gennaio 2018 è stata lanciata un'applicazione di mappatura dei percorsi che ha permesso di geolocalizzare le basi militari segrete americane in Iraq, Siria e Afghanistan, nonché quelle francesi a Madama in Niger. Il Pentagono aveva così vietato l'uso di applicazioni che utilizzano il GPS nelle zone a rischio.

- Pubblicità -

Thibaud Mattei

- Pubblicità -

Per ulteriori

SOCIAL NETWORKS

Ultimi articoli