La Russia svilupperà una nuova generazione di elicotteri "Hind"

L'elicottero da combattimento Mil MI-24, denominato "Hind" nella terminologia NATO, era un simbolo della potenza militare sovietica durante la Guerra Fredda. Costruito in più di 2500 unità, esportate in più di 60 paesi, il dispositivo ha partecipato, nel corso delle sue evoluzioni e modernizzazioni, a più di dieci grandi conflitti, dalla guerra in Afghanistan all'intervento russo in Ossezia meridionale. A differenza dei concetti occidentali, che dividevano elicotteri da combattimento come l'Apache AH-64 e il Cobra AH-1, gli ingegneri sovietici hanno optato per la configurazione "GunShip", un elicottero pesantemente armato e corazzato in grado di trasportare fino a 8 uomini contemporaneamente.

Negli anni '80 e '90, industriali e militari russi decisero di unirsi alle posizioni occidentali, sviluppando l'elicottero da combattimento Mil Mi-28 e il Kamov Ka-52. Allo stesso tempo, e per far fronte all'obsolescenza dei Mi-24 e ai tempi di consegna dei nuovi elicotteri, fu progettata una versione modernizzata dell'Hind, il Mi-35, con l'unica ambizione di stabilire il collegamento con l'aereo nuovo aereo.

Ma da allora, l’impegno in Siria ha profondamente cambiato i paradigmi e le dottrine russe, e l’Hind, a quanto pare, ha sedotto i militari. Pertanto, mentre era destinato a essere gradualmente ritirato dal servizio, il Mi-35 sarà modernizzato per prolungarne la durata operativa. 

Oggi l'agenzia TASS ha annunciato, citando una fonte vicina alla vicenda, che sarà presto sviluppato un nuovo velivolo, basato sulla struttura dell'Hind, che diventerà il cavallo di battaglia elicotteristico delle forze russe. In assenza di una dichiarazione ufficiale e di controlli incrociati credibili, si dovrebbe usare cautela con queste dichiarazioni. Tuttavia, confermano le decisioni prese per estendere la durata e le prestazioni del Mi-35 dopo l’esperienza siriana.

Per ulteriori

SOCIAL NETWORKS

Ultimi articoli