L'F35A scenderà sotto gli 80 milioni di dollari per la US Air Force

Il Pentagono ha raggiunto un accordo con il produttore Lockheed-Martin per l'acquisizione del lotto 12 degli aerei F35A destinati all'aeronautica americana, ovvero 478 aerei al prezzo unitario di 81,35 milioni di dollari, una riduzione dell'8,8% rispetto al lotto 11. che era a $ 89 milioni. Inoltre, si registra che i lotti 13 e 14 scendono al di sotto della base di 80 milioni di dollari, ovvero 72 milioni di euro. La produzione dell'F35 raggiungerà i 160 velivoli all'anno, metà dei quali saranno destinati all'aeronautica americana.

A questo prezzo, l’F35A si allinea al prezzo “Condizione Fly Away” del Rafale C, e costerà più di 15 milioni di euro in meno rispetto a un Eurofighter Typhoon. In Europa, solo il Gripen di Saab avrà un prezzo di acquisto più basso, un argomento forte a favore della comunicazione di Lockheed, in particolare nei confronti dei paesi europei e dell'opinione pubblica.

Ma attenzione, l’F35A rimane un dispositivo costoso, e anche molto costoso. Infatti, la sua manutenzione molto complessa genera costi di manutenzione molto più elevati di quelli dei suoi omologhi europei. Dove un Rafale Secondo la Corte dei Conti, escluso l'acquisto, costa meno di 10.000 euro all'ora di volo, l'F35A costa, secondo l'aeronautica americana, più di 40.000 dollari. Tuttavia, nonostante gli sforzi significativi, questo costo non sembra diminuire e l’aeronautica americana comunica ora un obiettivo di costo di 30.000 dollari, ovvero 27.500 euro per ora di volo, sapendo che non vi è alcuna garanzia che tale livello venga raggiunto. Infatti, nell’arco della vita dell’aereo, ovvero 6000 ore di volo, un F35A sarà costato più di 250 milioni di euro, laddove un Rafale costerà solo 130 milioni di euro. Infatti, nella migliore delle ipotesi, la proprietà dell’F35A costerà quasi il doppio di quella di un FXNUMXA Rafale.

Ci sono quindi ancora argomentazioni da parte del consorzio Rafale posizionare i propri velivoli negli anni a venire, soprattutto perché lo standard F4 ridurrà il divario tecnologico tra i due velivoli (mentre l'F35 rimarrà monomotore, ecc.). Ma non bisogna sottovalutare l’impatto che il prezzo di acquisto del dispositivo americano rappresenta sull’opinione pubblica, argomento di peso che si aggiunge a quello della “5a generazione”, nonostante l’artificiosità di questa classificazione.

Per ulteriori

SOCIAL NETWORKS

Ultimi articoli