Il missile balistico ipersonico Avangard entrerà in servizio quest’anno

Lo ha confermato il vice primo ministro Yuri Borisov Agenzia TASS che la costruzione del nuovo missile ipersonico Avangard era nei tempi previsti e che i primi esemplari sarebbero entrati a far parte della divisione missilistica Dombarovski nella regione di Orenburg quest'anno. Questa dichiarazione è stata fatta in seguito ad un servizio trasmesso dal canale americano CBNC, secondo il quale le sanzioni imposte alla Russia impedivano il regolare svolgimento del programma.

Il missile balistico intercontinentale Avangard è uno dei programmi strategici annunciati da Vladimir Putin nel marzo 2018 durante la campagna presidenziale per la sua rielezione. È dotato di un aliante di rientro atmosferico che mantiene la velocità ipersonica anche quando raggiunge gli strati inferiori dell'atmosfera, mantenendo la manovrabilità fino all'impatto o alla detonazione atmosferica. Infatti, a differenza dei MIRV, gli Avangard sono oggi impossibili da intercettare dai sistemi antimissile esistenti, come gli americani THAAD.

Se l’informazione sarà dimostrata, poiché non è possibile escludere una smentita puramente politica a questo livello, la Russia disporrà allora di un importante vantaggio tecnologico per la componente terrestre della sua forza deterrente, soprattutto perché, allo stesso tempo, verrà prodotta in serie l’anti-aereo S500. è stato avviato anche il sistema missilistico e antiaereo, le cui prime unità dovrebbero essere operative a partire dal 2020.

Con il missile aviotrasportato Kh57M, l'Avangard sarà quindi il secondo sistema d'arma ipersonico in servizio con le forze russe e nel mondo. Gli Stati Uniti stanno sviluppando congiuntamente due programmi ipersonici, ma non prevedono l'entrata in servizio prima del 2025. Anche la Cina ha un programma missilistico ipersonico, in particolare con l'aliante ipersonico WU-14, che rimane tuttavia in fase di test. La Francia ha lanciato il programma V-MAX nel 2019, guidato dalla DGA, con l'obiettivo di avere un prototipo di aliante ipersonico nel 2021, ma non prevede di poterlo integrare in un sistema d'arma prima del 2030-2040.

Nel campo delle armi ipersoniche, la Russia ha in realtà un buon vantaggio tecnologico.

Per ulteriori

SOCIAL NETWORKS

Ultimi articoli