La nuova Agenzia spaziale americana per la difesa vede le cose in grande

L'Agenzia spaziale per la difesa del Pentagono è appena stata creata e sta già affermando i suoi obiettivi e le sue ambizioni per il futuro della strategia spaziale americana. E le ambizioni non le mancano! La SDA ha infatti emesso una richiesta di informazioni ai produttori del settore, per studiare le tecnologie e le offerte esistenti per un programma su scala molto ampia, basato su una costellazione di mini-satelliti che formano una maglia a forma di 8 strati:

  • Strato " Transport »Per garantire una comunicazione 24 ore su 7, 7 giorni su XNUMX per tutte le forze americane
  • Strato " Inseguimento » che permette di tracciare e mirare gli obiettivi, nonché di allertare strategici (partenza di missili, ecc.)
  • Strato " Sorveglianza“, per garantire il monitoraggio dei siti sensibili
  • Strato " copertura“, che garantisce il rilevamento e la protezione dei satelliti, in particolare contro i detriti spaziali
  • Strato " Navigazione", fornendo un'alternativa al segnale GPS quando questo è inaccessibile
  • Strato " Gestione del coinvolgimento » fornire una rete di comando, controllo e comunicazione con i propri sistemi di intelligenza artificiale per analizzare e dare priorità alle informazioni
  • E lo strato” Soutien“, per offrire servizi di comunicazione alle forze di terra

Per sviluppare questi diversi livelli, la SDA intende affidarsi al programma BlackJack di Darpa, che prevede di mettere in servizio una costellazione di 20 mini-satelliti rispondenti a specifiche molto precise, in termini di dimensioni, peso, consumo elettrico, capacità di carico, così come non superare il prezzo di messa in servizio di 6 milioni di dollari per unità (progettazione, produzione, lancio). Questo programma è stato affidato al produttore europeo Airbus DS.

L'utilizzo di una rete di mini e micro satelliti risponde all'aumento delle esigenze di comunicazione e scambio in tempo reale delle unità combattenti, nonché all'aumento di dispositivi volti a impedire tale comunicazione da parte dell'avversario (sistemi antisatellitari, jamming , eccetera.). Riducendo i costi di messa a disposizione di un satellite, il Pentagono si permette quindi di avere una grande reattività nel caso in cui, all'inizio di un conflitto, una parte dei suoi satelliti dovesse essere distrutta o messa fuori servizio.

Diverse aziende francesi hanno sviluppato soluzioni molto efficienti in questo settore e anche Dassault Aviation sta lavorando a una soluzione di lancio dai suoi aerei. Rafale.

Per ulteriori

SOCIAL NETWORKS

Ultimi articoli