Il generale Didier Tisseyre assumerà il comando di COMCYBER a settembre


La pubblicazione della Gazzetta Ufficiale il 18 luglio 2019 ha visto la nomina del Generale della Divisione Aerea del corpo degli ufficiali meccanici dell'aria Didier Tisseyre, attuale vice del Generale Olivier Bonnet de Paillerets, alla carica di ufficiale generale "comandante della cyberdefense .”

Quest'ultimo, successore del primo ufficiale generale del COMCYBER, il vice ammiraglio Arnaud Coustillière, è stato elevato per decreto al grado di generale di divisione.

L'opportunità per noi di tornare a questo comando separato all'interno del Ministero delle Forze Armate.

L’ufficiale generale “comandante della difesa informatica” vede le sue responsabilità specificato dal Codice della Difesa. Questi sono direttamente delegati dal Capo di Stato Maggiore delle Forze Armate: “Nell'ambito della conduzione della difesa dei sistemi informativi del Ministero della Difesa […] il Capo di Stato Maggiore delle Forze Armate è responsabile del monitoraggio di tali sistemi informativi e dell'attuazione delle misure di difesa provvedimenti che li riguardano. Coordina la propria azione con l’Autorità nazionale per la difesa dei sistemi informativi”.

È l’ufficiale generale a capo della difesa informatica che può attuare le disposizioni di neutralizzazione e risposta previste dall’art codice di difesa, alle condizioni stabilite dal Primo Ministro. In tale veste è responsabile della concezione, della pianificazione e conduzione di operazioni militari di difesa informatica sotto l'autorità del Vice Capo di Stato Maggiore “Operazioni”.

Nell’esercizio della sua funzione, l’ufficiale generale comandante della difesa informatica “si avvale di unità specializzate di difesa informatica appartenenti agli eserciti e alle organizzazioni miste sulle quali esercita autorità funzionale”.

Creata con il decreto del 4 maggio 2017, COMCYBER continua una curva ascendente in termini di risorse umane. Durante l’anno fiscale della Legge sulla Programmazione Militare 2014-2019, la forza lavoro è raddoppiata raggiungendo le 3 persone; con il nuovo LPM 200-2019, quasi 2025 nuovi “cyber combattenti” saranno assegnati a COMCYBER, portando questo numero a più di 1500 nell’ambito del programma “Ambition 4000”.

In un contesto in cui la belligeranza si fa sempre più pressante, non c'è dubbio che il generale Tisseyre avrà molto da fare nelle sue nuove funzioni.


Jean Lebougre
Specialista in guerra informatica

Per ulteriori

SOCIAL NETWORKS

Ultimi articoli