L’India ordina 1000 missili aria-aria a lungo raggio R-27 alla Russia

Secondo l'agenzia Tass, citando i servizi federali russi per la cooperazione tecnica e militare, l'India ha firmato un contratto per l'ordine di un migliaio di missili aria-aria R-27 a medio e lungo raggio dalla società Vympel. Sembra che siano state ordinate diverse versioni del missile per equipaggiare i caccia pesanti Su30-MKI, di cui l'aeronautica indiana possiede più di 250 esemplari.

Pur essendo entrato in servizio nel 1984, l'R-27, identificato dalla NATO come AA-10 Alamo, ha visto numerosi aggiornamenti, passando dalla guida radar semi-attiva nella versione iniziale con una portata di 20 km nel fuoco di inseguimento, con una guida radar attiva -missile guidato che raggiunge una portata di 130 km. Esistono anche versioni con guida a infrarossi e radar passivo (anti-radar), quest'ultimo molto probabilmente ordinato dall'India nel suo bundle. Si dice che il contratto raggiunga i 15 miliardi di rupie, ovvero 200 milioni di dollari.

L’India aveva dichiarato interesse per i missili russi a lungo raggio e stava valutando la possibilità di acquisirli per equipaggiare i suoi Su30 e Mig29. Tuttavia, la scelta dell'R27 è sorprendente, al punto che il missile è generalmente considerato inferiore al più recente R77, raggiungendo la stessa portata, avendo un cercatore radar attivo che dovrebbe essere più moderno e molto più leggero, poiché un R27EA raggiunge 350 kg mentre un R77 ne pesa solo 225. Inoltre, la specifica ricerca indiana relativa ai missili a lungo raggio per eliminare gli aerei di supporto come petroliere e awac, si potrebbe pensare che le trattative riguarderebbero il missile pesante R37M, AA-13 Arrow per la NATO, recentemente entrato in servizio con le forze russe, e dedicato a questa missione grazie ad una gittata fino a 400 km e al suo cercatore radar accoppiato ad un'unità di navigazione inerziale.

Missile R27R su un Mig29 Notizie sulla difesa | Aerei da caccia | Contratti di difesa e bandi di gara
Missili R27 a medio raggio e R73 a corto raggio montati su un Mig29. L'R27 era il missile standard a medio raggio dell'aeronautica russa prima che l'R-77 entrasse in servizio.

Se pensiamo che Mosca potrebbe non voler offrire il nuovissimo R37M per l'esportazione, in particolare verso un paese che utilizza attrezzature occidentali come l'India, la scelta dell'R27 rispetto all'R77 solleva interrogativi. La spiegazione potrebbe venire dai Su30 presenti durante lo scontro con le forze aeree pakistane, che erano armati con R77 (e R73), le cui prestazioni non sarebbero state all'altezza delle aspettative. Così, secondo alcune testimonianze apparse sulla stampa indiana, i Su30 non sarebbero riusciti a catturare i JF17 e F16 pakistani, mentre i 2 Mirage 2000 che li accompagnavano ci sono riusciti con i loro MICA EM. Un’altra spiegazione potrebbe essere puramente economica, perché non è facile oggi trovare sul mercato un missile a lungo raggio con guida radar attiva a soli 200.000 dollari per unità, ovvero il 40% in meno di un missile Mistral a brevissimo raggio e guida a infrarossi, e 7 volte più economico di un MICA da 1,5 milioni di dollari.

Per ulteriori

SOCIAL NETWORKS

Ultimi articoli