I missili ipersonici stanno diventando la priorità del Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti per contrastare la minaccia cinese.

Qualche settimana fa, prima di iniziare lo studio sulla durabilità delle portaerei nella Marina degli Stati Uniti, Mark Esper, il Segretario alla Difesa degli Stati Uniti, aveva pubblicamente messo in dubbio l'importanza di sostituire, con lo stesso budget, una portaerei con una flotta di 100 o 200 missili ipersonici per garantire la difesa iniziale del Giappone o dalla Corea del Sud. Ovviamente l'idea ha preso piede, poiché in occasione di un Webcast con l'associazione dell'Air Force Mitchell Institute, Mark Lewis, il direttore dell'ammodernamento del vicedirettore dell'innovazione Mark Griffin , ha annunciato la creazione di una "war room" dedicata esclusivamente a la rapida e massiccia entrata in servizio delle armi ipersoniche nelle forze armate statunitensi.

Il Pentagono sta attualmente finanziando 3 famiglie di programmi per progettare, testare e mettere in servizio armi ipersoniche, a seconda che siano lanciate dalla superficie o da un aereo e che impieghino un motore a razzo e un aliante ipersonico, o un motore aerobico del tipo Scramjet. Per il momento la famiglia aerobica con lanciatori di superficie non è oggetto di alcuno sviluppo, almeno nella sfera pubblica. Il lavoro è diviso tra la US Air Force (Programma ARRW), la US Navy (programma CPS), l'esercito americano (programma LRHW) e Darpa (programmi HAWC e HSW-ab), che attualmente è l'unico a sviluppare programmi aerobici.

Missile ARRW sotto l'ala di un B52 Defense News | Armi e missili ipersonici | Artiglieria
Test del programma ARRW per un'arma a risposta rapida lanciata dall'aria da una US Air Force B52

C'è ancora il 75% di questo articolo da leggere, Iscriviti per accedervi!

Metadefense Logo 93x93 2 Notizie sulla difesa | Armi e missili ipersonici | Artiglieria

I Abbonamenti classici fornire l'accesso a
articoli nella loro versione completa;e senza pubblicità,
a partire da 1,99 €.


Per ulteriori

SOCIAL NETWORKS

Ultimi articoli