L'India ordina 6 sistemi di droni MQ-9B Guardian dagli Stati Uniti

- Pubblicità -

L'americana General Atomics non ci ha messo molto a riprendersi dalla semi-delusione del vedere la coppia franco-tedesca si impegna definitivamente nel programma Eurodrone, e non sul suo MQ-9B Guardian. Infatti, il Defense Acquisition Council, l’organismo che convalida l’esistenza di una necessità che richiede l’importazione di attrezzature militari in India, ha appena pubblicato una “Acceptance of Necessity” che funge da autorizzazione all’importazione per 6 sistemi droni MQ-9B Guardian per un budget di 600 milioni di dollari, con un’opzione su altri 24 sistemi nei prossimi 3 anni, con un budget complessivo potenziale di 3 miliardi di dollari.

Secondo le informazioni pubblicate da il sito indiatoday.in, questo AON consentirà al governo indiano di avviare rapidamente la consegna di 6 sistemi, 2 per l'Esercito, 2 per l'Aeronautica Militare e 2 per la Marina, nei prossimi mesi, possibilmente presi dagli ordini delle forze americane e dei loro alleati data l’urgenza della situazione in cui versa la Cina. Inoltre, secondo lo stesso sito, i Guardiani indiani saranno dotati della capacità di trasportare e schierare, oltre ai loro sistemi di rilevamento, armi aria-terra e in particolare il missile AGM-114 Hellfire.

Truppe indiane del Ladakh Notizie Difesa | Contratti e bandi di gara per la difesa | Combattere i droni
I droni indiani MQ-9B Guardian garantiranno la sorveglianza permanente della regione del Ladakh, attualmente sotto alta tensione con la Cina

LOGO meta difesa 70 Notizie sulla difesa | Contratti e bandi di gara per la difesa | Combattere i droni

Il resto di questo articolo è riservato agli abbonati

- Pubblicità -

I Abbonamenti classici fornire l'accesso a
tutti gli articoli senza pubblicità, a partire da € 1,99.


Iscrizione alla newsletter

Registrati per Newsletter di Meta-Difesa ricevere il
ultimi articoli di moda giornaliero o settimanale

- Pubblicità -

Per ulteriori

SOCIAL NETWORKS

Ultimi articoli