La Francia può esportare la sua futura portaerei nucleare a GN?

Il presidente francese Emmanuel Macron ha confermato questo martedì, 8 dicembre, ila lancio ufficiale del programma New Generation Nuclear Aircraft Carrier destinato a sostituire il Charles de Gaulle nel 2038, entrato in servizio nel 2001. Questo bando fornisce alcune ulteriori informazioni e conferme sulle scelte fatte per questo programma, ma apre anche opportunità sulla scena internazionale. In questo articolo studieremo questi paesi che potrebbero vedere nel nuovo programma francese, un'opportunità per rafforzare le proprie capacità aeree navali.

Le caratteristiche annunciate

Lo conferma l'annuncio del Presidente della Repubblica molte ipotesi plausibili e fughe di notizie più o meno controllate attorno a questo programma. Il PANG sarà, come indica il nome, dotato di propulsione nucleare, in questo caso fornita da due reattori K22 da xx KW ciascuno, in grado di spingere il gigante dei mari a 27 nodi, una velocità essenziale per le manovre dell'aviazione. Lunga più di 300 metri, avrà una stazza di 75.000 tonnellate, ovvero il 75% in più rispetto al suo predecessore, la Charles de Gaulle. Il suo equipaggio sarà comunque sempre di 2000 uomini, distaccamento aereo compreso, e potrà, secondo il presidente, imbarcare una trentina di aerei da combattimento FCAS, il che sembra poco considerando la stazza della nave (la Charles de Gaulle imbarca tradizionalmente 24 Rafale per 42.500 tonnellate).

portaerei charles de gaulle FREMM Germania | Analisi della difesa | Arabia Saudita
La PAN Charles de Gaulle resterà in servizio fino al 2038, quando sarà sostituita da una portaerei nucleare di nuova generazione.

C'è ancora il 75% di questo articolo da leggere, Iscriviti per accedervi!

Logo Metadefense 93x93 2 Germania | Analisi della difesa | Arabia Saudita

I Abbonamenti classici fornire l'accesso a
articoli nella loro versione completa;e senza pubblicità,
a partire da 1,99 €.


Per ulteriori

SOCIAL NETWORKS

Ultimi articoli