L'industria statunitense non è in grado di sostituire le probabili perdite in un conflitto grave

Durante la Guerra Fredda, a partire dalla Guerra di Corea in poi, le autorità americane mantennero stabilmente una capacità di difesa industriale molto elevata, dimensionata per poter compensare la distruzione di equipaggiamenti in caso di grave conflitto, così da mantenere un volume di combattimenti forze costanti anche nel tempo. A partire dagli anni Novanta, tra l’euforia causata dall’implosione del blocco sovietico e la vittoria radicale contro l’Iraq, la pianificazione industriale statunitense si è progressivamente allontanata da questa concezione, strutturandosi con la certezza che le guerre future sarebbero state brevi, lontane e di piccola portata. impronta sull'apparecchiatura. Allo stesso tempo, la Cina ha implementato meticolosamente la strategia industriale statunitense della Guerra Fredda, e oggi ha capacità industriali di gran lunga superiori a quelle degli Stati Uniti, fornendo al PLA una resilienza molto maggiore all’impegno nel tempo.

È da questa osservazione che ha condotto il Center for Strategic and International Studies, un think tank americano uno studio sulle reali capacità dell’industria della difesa oggi sostenere un impegno a lungo termine, e le conclusioni sono tutt’altro che incoraggianti, anche se detto così non sorprendono. Pertanto, occorrerebbero in media 8,5 anni di produzione industriale per sostituire le apparecchiature attualmente in servizio. Ma questa cifra nasconde disparità molto significative, poiché occorrerebbero solo 3 anni e mezzo per sostituire le capacità logistiche degli eserciti statunitensi, mentre ci vorrebbero più di 1 anni per rinnovare la flotta della Marina americana, anche se erano già state rilevate debolezze significative in termini di capacità di riparazione. In caso di grave conflitto, infatti, la distruzione di una nave dovrebbe essere considerata “definitiva”, una costante in totale opposizione alla dottrina americana della Guerra Fredda.

USS Fitzgerald Burke Destroyer Analisi della difesa della Marina degli Stati Uniti | Conflitto del Nagorno-Karabakh | Consolidamento industriale Difesa
La debolezza del dimensionamento delle capacità industriali navali degli Stati Uniti è stata più volte evidenziata negli ultimi anni dal Pentagono

C'è ancora il 75% di questo articolo da leggere, Iscriviti per accedervi!

Metadefense Logo 93x93 2 Analisi della difesa | Conflitto del Nagorno-Karabakh | Consolidamento industriale Difesa

I Abbonamenti classici fornire l'accesso a
articoli nella loro versione completa;e senza pubblicità,
a partire da 1,99 €.


Per ulteriori

SOCIAL NETWORKS

Ultimi articoli