L'Esercito sta studiando l'opportunità di aumentare la propria massa tramite la robotica attraverso lo studio Vulcain

La modernizzazione dell'esercito francese sta attualmente attraversando due programmi principali. IL Programma SCORPION attualmente in corso punta a sostituire entro il 2035 la componente leggera e media dei mezzi a propria disposizione con la consegna di 1872 mezzi corazzati da trasporto truppa 6×6 VBMR Griffon, 54 Grifoni equipaggiati con il sistema di artiglieria MEPAC, 300 veicoli da ricognizione e da combattimento Jaguar EBRC e 2038 VBMR 4×4 Serval, a cui si aggiunge la sostituzione dei veicoli corazzati leggeri a partire dal 2025 e l'acquisizione di 33 nuovi cannoni CAESAR. IL programma TITAN i cui studi sono già iniziati, mira a sostituire entro il 2040-2045 equipaggiamenti pesanti come il carro armato Leclerc con il programma MGCS, ma anche i veicoli da combattimento della fanteria VBCI e i sistemi di artiglieria sottoarmatura e lanciarazzi multipli. Ma uno studio che dovrà trarre le conclusioni entro la fine dell'anno potrebbe vedere la nascita di un terzo grande programma: lo studio VULCAIN sta infatti studiando l'applicabilità della robotica al combattimento terrestre, in particolare per aumentare la massa in combattimento, una delle sfide più difficili per l’Esercito negli anni a venire.


LOGO meta difesa 70 Analisi Difesa | Droni militari e robotica | Droni terrestri

Il resto di questo articolo è riservato agli abbonati -

I Abbonamenti classici fornire l'accesso a
tutti gli articoli senza pubblicità, a partire da € 1,99.

- Pubblicità -

Per ulteriori

1 COMMENTO

I commenti sono chiusi.

SOCIAL NETWORKS

Ultimi articoli