Thales pronto a soddisfare le esigenze SHORAD/CIWS degli eserciti francesi

Diversi punti deboli critici che colpiscono gli eserciti francesi sono stati ripetutamente dettagliati su Meta-Defense. Nell'ambito della preparazione della Legge di Programmazione Militare 2024-2030, sembra, secondo informazioni filtrate di pubblico dominio, che se ne stiano prendendo in considerazione diverse, con soluzioni prospettate in tempi relativamente brevi. Questo è in particolare il caso della capacità di distruggere le difese antiaeree nemiche e la guerra elettronica per il Rafale, il Capo di Stato Maggiore dell'Aeronautica e dello Spazio avendo annunciato, durante la sua audizione presso il Comitato di Difesa dell'Assemblea Nazionale, che questa capacità , inizialmente previsto nell'ambito dello SCAF, dovrebbe essere accelerato nell'ambito del prossimo LPM. Questo è anche il caso del sistema di lancio VERtical SYLVER che arma le fregate della Marina francese, Naval Group ha annunciato che sono stati intrapresi lavori per offrire maggiore flessibilità al sistema in modo da poter trasportare missili diversi se necessario. Quanto al Capo di Stato Maggiore dell'Esercito, ha annunciato, nello stesso contesto del suo omologo AAE, che l'obiettivo era ora quello di equipaggiare veicoli corazzati come il Griffon e il Jaguar, un sistema di protezione attiva hard-Kill, mentre in questo field, Thales e Nexter hanno annunciato lo scorso anno lo sviluppo del sistema PROMETHEUS.

C'è un altro settore in cui gli eserciti francesi sono molto esposti, soprattutto in caso di impegno ad alta intensità, quello della protezione antiaerea ravvicinata, antimissile e antidrone, designato con l'acronimo SHORAD (Short Range Air- Defense) per i sistemi terrestri, e dall'acronimo CIWS (Close-In Weapon System) per le navi. In assenza di una minaccia aerea ma anche di una seria minaccia di tipo artiglieria o missile da crociera durante gli scontri degli ultimi 25 anni, questa capacità è stata a lungo ignorata dagli eserciti francesi, peraltro esposti a dolorosi arbitrati di bilancio per quasi 3 decenni. La guerra in Ucraina ha mostrato non solo il ruolo decisivo di questo tipo di sistemi nella protezione delle forze di combattimento, ma anche l'inadeguatezza dei sistemi antiaerei e antimissile convenzionali per contrastare nuove minacce come i droni in roaming, munizioni sia poco costose che facili da implementare , pur avendo un notevole potenziale di danno, in particolare contro le infrastrutture civili.

Il sistema SAMP/T Mamba e la sua controparte navale PAAMS offrono eccellenti capacità di intercettazione a lungo e medio raggio. Ma non è noto per intercettare minacce lente o poco costose, come droni e razzi.

Ad oggi gli eserciti francesi dispongono infatti di mezzi molto efficaci per creare una zona di interdizione/protezione aerea, utilizzando i sistemi Mamba e PAAMS basati sul missile antiaereo Aster 30, e un missile anti-crociera di buona capacità con l'Aster 15, il Crotale e il maestrale-3. Tuttavia, questi sistemi non sono progettati per contrastare gli attacchi dei droni, il missile stesso costa tra le 3 e le 10 volte il prezzo del suo obiettivo, né per contrastare i massicci attacchi cosiddetti "a saturazione", cioè troppi per essere affrontati efficacemente da questo tipo di difesa. Manca evidentemente un sistema in grado di assicurare la difesa ravvicinata e terminale di reparti o infrastrutture critiche, al fine di ingaggiare e distruggere le minacce sfuggite alla difesa a lungo e medio raggio, ragion per cui, a causa del notevole inasprimento delle tensioni, questa esigenza è ora una priorità per gli eserciti francesi nel quadro del prossimo LPM. E il gruppo Thales sembra perfettamente pronto a soddisfare questa esigenza, sia in termini di capacità operative che di tempistiche.


Il resto di questo articolo è riservato agli abbonati

Gli articoli ad accesso completo sono disponibili nella sezione “ Articoli gratuiti“. Gli abbonati hanno accesso agli articoli completi di Analisi, OSINT e Sintesi. Gli articoli negli archivi (più vecchi di 2 anni) sono riservati agli abbonati Premium.

A partire da € 6,50 al mese – Nessun impegno di tempo.


Related posts

Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE