L'industria della difesa turca si è completamente mobilitata per sostenere il presidente Erdogan nelle prossime elezioni

Raramente le elezioni turche sono state seguite così scrupolosamente da tante grandi cancellerie mondiali, da Washington a Pechino, passando per Parigi, Berlino o addirittura Mosca. Infatti, per affrontare l'AKP, il partito della giustizia e dello sviluppo del presidente Erdogan al potere da 21 anni, i 6 principali partiti di opposizione hanno fatto causa comune per schierarsi dietro Kemal Kilicdaroglu, presidente del Partito Repubblicano dei Popoli Socialdemocratici e Laici , a guidare la lotta, mentre la popolarità del presidente turco è stata gravemente erosa dagli scarsi risultati economici di un paese segnato da un'inflazione galoppante di oltre il 55% negli ultimi 12 mesi, un tasso di disoccupazione che rimane alto intorno al 10%, e soprattutto il pessimo svolgimento delle operazioni di soccorso a seguito del terremoto del 6 febbraio, che ha ucciso più di 50.000 persone nel Paese. Il fatto è che recenti sondaggi vedono Erdogan e Kilicdaroglu testa a testa nel primo turno delle elezioni presidenziali, rispettivamente con il 41% e il 46% dei voti, e un secondo turno ancora più serrato.

Per ripristinare la sua immagine di fronte alla sua tradizionale elezione, il presidente Erdogan si affida da diversi mesi a un attore importante della moderna economia turca, ma anche al suo nuovo ruolo sulla scena internazionale, ovvero l'industria della difesa del Paese. . Così, come ha fatto Vladimir Putin nel 2018 durante l'ultima campagna presidenziale russa, RT Erdogan ha fatto pressione su tutto questo settore, in modo da moltiplicare gli annunci lusinghiero la vena nazionalista di gran parte dell'opinione pubblica. Così, nel giro di poche settimane, l'industria aeronautica ha presentato il drone da combattimento supersonico Kizilelma, il drone da combattimento stealth Anka-3 nonché il TB-3, successore designato del famoso TB-2 destinato ad operare frettolosamente a bordo della nuova portaelicotteri vettore di droni da combattimento riclassificato, il TCG Anadulu. Quest'ultima è stata inoltre, molto opportunamente, consegnata alla Marina turca, sempre per aumentare la percezione di una dinamica molto sostenuta in quest'area, a pochi giorni dall'annuncio della costruzione delle ultime 3 fregate classe Istanbul.

tcg anadolu en gec 2022 sonunda hizmete girecek Analisi Difesa | Aerei da combattimento | Bilanci dell'esercito e sforzo di difesa
Se l'Anadulu può implementare elicotteri, resta da dimostrare la sua capacità di imbarcare efficacemente droni da combattimento.

Ma il vero problema, in termini di immagine, riguarda il programma di aerei da combattimento di nuova generazione, il TFX, così come il carro armato Altay, i quali dovrebbero entrambi dimostrare le loro capacità nelle prossime settimane. Il TFX, da un lato, è stato assemblato in tutta fretta in pochi mesi, dopo essersi evoluto pochissimo per quasi 3 anni a seguito dell'embargo statunitense sulle tecnologie aeronautiche. L'aereo ha iniziato le prove di rullaggio il 16 marzo, e tutto fa pensare che potrebbe effettuare il suo primo volo prima del primo tour, il 14 maggio, oppure tra i due tour prima del 28 maggio. La situazione è identica per quanto riguarda il carro armato Altay, uno dei pilastri dello sforzo di difesa e di rinnovamento del BITD turco. Presentato in pompa magna durante l'Eurosatory 2018, il carro pesante destinato a diventare il perno della componente ad alta intensità degli eserciti turchi, ha conosciuto una dura battuta d'arresto quando gli europei, e i tedeschi in particolare, hanno deciso di porre un embargo sulle esportazioni di equipaggiamenti destinato alle forze terrestri e aeree di Ankara dopo l'intervento turco in Siria. Tuttavia, l'Altay faceva affidamento su alcuni componenti chiave importati, in particolare il motore MTU e la trasmissione RENK di fabbricazione tedesca. Ci sono voluti diversi anni prima che i negoziatori turchi ottenessero alternative a questi due componenti, in questo caso dalla Corea del Sud, poiché l'Altay ora dovrà essere equipaggiato con lo stesso motore Hyundai DV27K e la stessa trasmissione SNT EST15K del K2 Black Panther.


C'è ancora il 75% di questo articolo da leggere, Iscriviti per accedervi!

Metadefense Logo 93x93 2 Analisi della difesa | Aerei da caccia | Bilanci delle Forze Armate e sforzi di difesa

I Abbonamenti classici fornire l'accesso a
articoli nella loro versione completa;e senza pubblicità,
a partire da 1,99 €.


Per ulteriori

2 Commenti

SOCIAL NETWORKS

Ultimi articoli