La Polonia vuole entrare a far parte del programma di caccia KF-21 Boramae della Corea del Sud

KF 21 Boramae biposto e1683815905700

Negli ultimi mesi, Varsavia ha intrapreso un riavvicinamento strategico con l'industria della difesa sudcoreana. Nel luglio 2022, le autorità polacche hanno annunciato l'ordine per 180 carri armati K2 Thunder prodotti in Corea del Sud accompagnati da 221 cannoni semoventi K9, nonché la produzione locale di oltre 800 esemplari di questo carro armato destinati a sostituire i cannoni semoventi T-72 e 440, in particolare per equipaggiare il 2 nuove divisioni meccanizzate la cui costituzione era stata appena annunciata. A settembre, Varsavia ha confermato l'ordine per 48 caccia leggeri FA-50 sudcoreaniPoi 300 lanciarazzi multipli K239 Chunmoo, l'equivalente sudcoreano dell'americano HIMARS.

Se quest'ultima acquisizione sembra essere stata messa in discussione durante il recenti negoziati tra il ministro della Difesa polacco e Lockheed-Martin per ottenere la produzione locale di HIMARS in Europa, le autorità polacche ovviamente non hanno terminato la loro strategia di riavvicinamento con l'industria della difesa sudcoreana. Infatti, secondo informazioni coerenti, Varsavia è vicina alla firma di una lettera di intenti per aderire al programma di caccia di media generazione KF-21 Boramae attualmente in fase di sviluppo da parte di KAI, il progettista del dispositivo, e DAPA, l'agenzia per gli armamenti sudcoreana.

L'imminente annuncio segue la visita del CEO dell'azienda polacca PGZ, Sebastian Chwałek, in Corea del Sud per incontrare i funzionari di KAI e DAPA il mese scorso. Secondo le informazioni filtrate fino ad oggi, PGZ punterebbe ad aderire al programma sudcoreano dal 2026, quando entrerà nella sua seconda fase. Per Seoul, sembra che l'interesse polacco sia preso molto sul serio, mentre l'Indonesia, partner storico del programma, continua a non rispettare i propri impegni, in particolare di bilancio.

KF21 Boramae primo volo
Il primo prototipo del KF21 Boramae ha effettuato il suo primo volo nel luglio 2022. Da allora, il programma ha visto un'intensa attività e anche un secondo prototipo ha effettuato il suo primo volo nel febbraio 2023 (immagine nell'illustrazione principale)

Il resto di questo articolo è riservato agli abbonati -

Gli articoli ad accesso completo sono accessibili nella sezione "Articoli gratuiti". Gli articoli Flash sono aperti nella versione completa per 48 ore. Gli abbonati hanno accesso completo agli articoli di analisi e riepilogo. Gli articoli in Archivio (più vecchi di due anni) sono riservati agli abbonati Premium.

- 15% sul tuo abbonamento Classic o Premium (mensile o annuale) con il codice Ritorno a casa23
Solo fino al 30 settembre!


Condividi l'articolo:

Saperne di più