Con l'NGAD, i produttori di aerei americani rifanno l'acrobazia dell'F-19 Stealth Fighter

Dal lancio del programma NGAD, i produttori di aerei americani hanno moltiplicato la pubblicazione di immagini che mostrano dispositivi con forme simili, presumibilmente per soddisfare le future esigenze operative. Allo stesso tempo, anche se un dimostratore avrebbe già volato diversi anni fa, non sono state rilasciate foto reali dell'aereo. Prima di prendere per oro colato l’aspetto trasmesso dal Pentagono, vale la pena ricordare che 40 anni fa venne orchestrata una campagna di disinformazione molto efficace attorno all’F-19, un aereo che non è mai esistito.

All'inizio degli anni '80, mentre la Lockheed-Martin sviluppava in gran segreto l'F-117 Nighthawk, gli specialisti americani del controspionaggio intrapresero una delle campagne di disinformazione più efficaci del decennio, in parte mascherata, è vero, dallo straordinario successo di un'altra campagna simultanea di questo tipo, il progetto Star Wars.

La straordinaria campagna di disinformazione attorno all'F-19

Infatti, mentre diventava sempre più difficile nascondere i voli di prova dell'F-117, iniziarono a distillare alla stampa specializzata frammenti di informazioni su un nuovo velivolo progettato per lo stealth.

Per dare credibilità a questa informazione, si decise di chiamare l'aereo F-19. Finora i caccia americani ne avevano sperimentati tutti un numero crescente, mentre il recente F-20 Tigershark era stato battezzato appena nel 1982, e anche il nuovo F-18 era stato battezzato qualche anno prima. Ma nessun F-19, né sotto forma di aereo operativo né di prototipo, fu mai presentato.

In effetti, per gli specialisti in materia, l'ipotesi dello sviluppo del velivolo era credibile, soprattutto perché poi si rese necessario sostituire gli A7 Corsair II dell'aeronautica americana, così come quella dello sviluppo di un velivolo stealth mentre il il lavoro di progettazione del B2 Spirit è stato documentato più pubblicamente.

il programma NGAD tenta di disinformare gli avversari come nel caso dell'F-19?
L'F-19 come immaginato alla fine degli anni '80 – Nel romanzo “Red Storm”, gli viene soprannominato “Frisbee” per le sue curve presumibilmente progettate per la furtività.

Incapaci di negarlo, gli informatici americani si impegnarono quindi a costruire un insieme di prove attorno a questo aereo fittizio, l'F-19, per non ispirare i ricercatori sovietici. Questo è stato presentato come un dispositivo arrotondato che dovrebbe essere la chiave della sua azione furtiva, mentre l'ipotesi potrebbe sembrare credibile osservando il B2.

L'F-19 sulla stampa, nei romanzi e nei videogiochi

In effetti, l'F-19 divenne quasi un vero e proprio apparecchio nella mente degli appassionati di aviazione, essendo l'apparecchio più volte oggetto di articoli documentati su riviste specializzate americane e occidentali, e persino di videogiochi e giochi. documentato “Red Storm” di Tom Clancy e Larry Bond. È apparso anche nel repository iniziale della prima edizione della famosa simulazione Harpoon.

Apparentemente l'operazione fu un successo, anche se i sovietici non annunciarono mai alcun progresso significativo nello stealth fino all'inizio degli anni '90 e alla presentazione ufficiale dell'F-177A Nighthawk durante la Guerra del Golfo.

Somiglianze tra l'F-19 e l'NGAD dell'aeronautica americana

Tuttavia, è possibile che una strategia simile sia all’opera per quanto riguarda i due futuri programmi di caccia dell’aeronautica americana e della marina statunitense, entrambi denominati Next-Generation Air Dominance, o NGAD.

Darkstar topgun maverick e1688397776677 Stati Uniti | Analisi della difesa | Aerei da caccia
Il decollo del Darkstar in Top Gun Maverick, il modello progettato da LM, aveva, secondo alcune fonti, portato a ricerche da parte dei produttori di aerei cinesi quando hanno osservato il dispositivo su immagini satellitari.

C'è ancora il 75% di questo articolo da leggere, Iscriviti per accedervi!

Logo Metadefense 93x93 2 Stati Uniti | Analisi della difesa | Aerei da caccia

I Abbonamenti classici fornire l'accesso a
articoli nella loro versione completa;e senza pubblicità,
a partire da 1,99 €.


Per ulteriori

2 Commenti

I commenti sono chiusi.

SOCIAL NETWORKS

Ultimi articoli