Germania vs India: la Francia dovrebbe rivedere la sua dottrina della cooperazione industriale della difesa?

Poco dopo la sua adesione all'Eliseo nel 2017, il presidente Emmanuel Macron si è impegnato a concretizzare uno degli obiettivi cardine della sua azione internazionale ed europea, concordando con la cancelliera tedesca Angela Merkel di fare della coppia franco-tedesca il perno dell'emergere di un'Europa della difesa.

Per raggiungere questo obiettivo, i due capi di Stato hanno annunciato un’ambiziosa cooperazione industriale attraverso il lancio di 5 grandi programmi di difesa industriale franco-tedeschi: gli aerei da combattimento FCAS di nuova generazione che sostituiranno entro il 2040 gli Rafale francese e Typhoon tedeschi,Il carro armato di nuova generazione MGCS per sostituire Leclerc e Leopard 2; il programma CIFS di artiglieria a lungo raggio per la sostituzione del Caesar e del Pzh2000, nonché dell'LRU dell'Esercito e della Bundeswehr, dell'aereo da pattugliamento MAWS per la sostituzione dell'Atlantique 2 e dell'Orion P-3C, nonché del programma Tiger III e del suo missile anticarro lungo raggio, per modernizzare la flotta di elicotteri da combattimento Tiger e sostituire i missili Hellfire e Spike attualmente in uso.

Lanciati quando le tensioni tra Angela Merkel e Donald Trump erano al culmine, questi programmi sono rapidamente appassiti quando Berlino e Washington hanno ammorbidito le loro posizioni, e ancora di più dopo l'arrivo di Joe Biden alla Casa Bianca.

P8 Poseidon Cooperazione tecnologica internazionale Difesa | Germania | Analisi della difesa
L'annuncio dell'acquisizione del P8A Poseidon dalla Patrouille Maritime per sostituire il P-3C Orion della Luftwaffe, ha suonato la campana a morto per il programma MAWS, anche se Berlino lo smentisce

Così successivamente, l'elicottero Tiger III e il suo missile, il sistema di artiglieria CIFS e il velivolo da pattugliamento marittimo MAWS furono, se non rigorosamente abbandonati, Berlino non avendo mai arbitrato apertamente sui loro sudditi, in alcun modo dimenticato fino a quando Parigi non si impegnò a sviluppare queste capacità in un altro modo , di fronte alla pressione operativa e alle scadenze che si profilavano.

Dopo aver sfiorato un'esplosione in volo per le tensioni tra Dassault e Airbus DS in merito al pilotaggio del primo pilastro del programma FCAS, la progettazione dello stesso aereo da combattimento NGF, recentemente è stato messo da parte avviare la fase di progettazione del prototipo, con l'intervento fermo e determinato dei ministri francese, tedesco e spagnolo, ma non senza notevole ritardo avendo indotto la Francia a varare un programma Rafale F5 molto più ambizioso e quindi capace di fornire lavoro temporaneo sia in ambito operativo che commerciale.

Quanto al programma MGCS, esso è ormai fermo, in particolare dopo che Berlino vi ha imposto l'integrazione di Rheinmetall nel 2019, destabilizzando profondamente l'iniziale equilibrata condivisione industriale tra la francese Nexter e la tedesca KMW, per l'occasione riunite nel comune impresa KNDS.

Inoltre, sta ora affrontando la ripresa della domanda globale di carri pesanti a seguito della guerra in Ucraina, che porta a una profonda riconfigurazione del mercato e quindi a significativi spostamenti di programma potenzialmente molto vantaggiosi per l'industria tedesca, ma catastrofici per l'industria e quella francese. eserciti.

a kmw leopard 2a7 con trofeo aps al nato day 2022 4608 x v0 9cxnnjwz5afa1.jpg Cooperazione tecnologica internazionale Difesa | Germania | Analisi della difesa
Lo sconvolgimento nel mercato dei carri armati pesanti in seguito alla guerra in Ucraina ha messo a dura prova Leopard 2 nella sua nuova versione A8 in prima linea, portando ad un rinvio del programma MGCS

A questo quadro già in gran parte avviato sul tema della possibile costruzione dell'Europa della difesa sulla base della coppia franco-tedesca, il nuovo cancelliere Olaf Scholz ha annunciato, a fine agosto 2022, il lancio dell'iniziativa European Sky Shield , volto a mettere in comune e organizzare i mezzi di rilevamento e impegno dei paesi europei nel campo della guerra antiaerea e antimissilistica.

Mentre 14 paesi europei hanno aderito all'iniziativa quando è stata lanciata, la Francia non ha aderito, senza che nessuno sapesse davvero se si trattasse di un rifiuto di Parigi o di un'iniziativa tedesca che escludeva deliberatamente la Francia e soprattutto le sue soluzioni industriali in questo campo.

È chiaro, infatti, che gli obiettivi fissati nel 2017 non sono più rilevanti, mentre nessuno è in grado di prevedere se MGCS e persino FCAS giungeranno al termine. Ma le difficoltà incontrate da Parigi negli ultimi anni con la Germania non sono specifiche di questo Paese, tutt'altro.


C'è ancora il 75% di questo articolo da leggere, Iscriviti per accedervi!

Logo Metadefense 93x93 2 Cooperazione tecnologica internazionale Difesa | Germania | Analisi della difesa

I Abbonamenti classici fornire l'accesso a
articoli nella loro versione completa;e senza pubblicità,
a partire da 1,99 €.


Per ulteriori

SOCIAL NETWORKS

Ultimi articoli