Come Safran, Dassault potrebbe unirsi allo sviluppo del nuovo caccia di bordo indiano TEDBF

Dall'annuncio di ieri di autorizzazione rilasciata dall'Indian Defence Procurement Board (DPB) per l'acquisizione da parte di Nuova Delhi di 26 caccia Dassault a bordo Rafale M e altri 3 sottomarini Scorpene convenzionali, la stampa, sia francese che indiana, sta moltiplicando le pubblicazioni sull'argomento, aspettando ovviamente la formalizzazione, o almeno l'annuncio di questi ordini che arriveranno in occasione della visita di Narendra Modi in Francia per 14 luglio.

Tuttavia, la posta in gioco della cooperazione militare e industriale tra New Delhi e Parigi sembra dover andare ben oltre questi annunci spettacolari e mediatici.

Quindi, come accennato negli articoli precedenti, tutto fa pensare che accanto all'acquisizione delle 3 ulteriori Scorpene, Naval Group e la marina francese BITD sosterranno attivamente lo sviluppo del primo programma di sottomarini d'attacco nucleare indiano, con importanti trasferimenti di tecnologia per rendere queste navi come efficienti quanto discreti.

Una seconda ipotesi sempre più discussa riguarda la possibile futura collaborazione del costruttore di motori Safran nel programma Twin Engine Deck Based Fighter, o TEDBF, il futuro caccia bimotore di bordo in fase di sviluppo da parte della DRDO, l'agenzia indiana per l'innovazione della difesa, al fine di sviluppare un nuovo turbogetto che sviluppa 12 tonnellate di spinta per un dato velivolo da 26 tonnellate.

Shortfin Barracuda pumpjet e1631545960958 Pianificazione e piani militari | Aerei da combattimento | Costruzione di aerei militari
Naval Group potrebbe partecipare al programma indiano SSN, con significativi trasferimenti di tecnologia in gioco

Il TEBDF, che entrerà in servizio nel 2035, andrà a sostituire i MIG-29 attualmente impiegati a bordo della portaerei INS Vikramaditaya, una portaerei da 45.000 tonnellate acquisita dalla Russia e poi ricostruita dai cantieri indiani per entrare in servizio nel 2014. Dovrebbe anche armare una possibile terza portaerei annunciata qualche mese fa.

Ma Safran potrebbe non essere l'unico produttore francese a partecipare al programma TEBDF. In effeti, secondo il sito indiano idrw.org, citando fonti concordi, sembrerebbe che Dassault Aviation possa supportare anche l'industria aeronautica indiana nello sviluppo di questo dispositivo, come potrebbe fare Naval Group per quanto riguarda il programma SSN indiano.


LOGO meta difesa 70 Pianificazione e piani militari | Aerei da caccia | Costruzione di aerei militari

Il resto di questo articolo è riservato agli abbonati

I Abbonamenti classici fornire l'accesso a
tutti gli articoli senza pubblicità, a partire da € 1,99.


Iscrizione alla newsletter

Registrati per Newsletter di Meta-Difesa ricevere il
ultimi articoli di moda giornaliero o settimanale

- Pubblicità -

Per ulteriori

SOCIAL NETWORKS

Ultimi articoli