Lunedì 4 marzo 2024

Dassault Aviation e Tata potrebbero unirsi per preparare la futura cooperazione franco-indiana

- Annuncio -

Se il fallimento del programma MRCA nel 2014 è stato in gran parte legato all'obbligo assunto da Dassault Aviation di collaborare con il produttore di aerei statale HAL per la fabbricazione di 96 dei 114 Rafale B/C destinati all'aeronautica indiana, la decisione del Il gruppo aeronautico francese si rivolgerà al gruppo industriale indiano Reliance per creare la joint venture industriale per realizzare le compensazioni legate all'acquisizione dei 36 aerei ordinati da Nuova Delhi nel 2016, è stato aspramente criticato dalla stampa e dall'opposizione indiana, e al centro dei sospetti di corruzione rivolti al produttore di aerei francese.

Sebbene scagionata ormai da diversi anni da queste accuse a forte connotazione elettorale , la scelta di Dassault di Reliance come partner per il proprio stabilimento industriale indiano resta oggi un handicap per consentirgli di andare avanti.

- Annuncio -

Mentre Emmanuel Macron e Narendra Modi hanno annunciato, in occasione della visita di quest'ultimo a Parigi per le festività del 14 luglio e a margine di un futuro ordine di 26 Rafale M e tre sottomarini Scorpene per la Marina indiana , l'intensificazione della cooperazione franco-indiana , compresa la futura progettazione di un misterioso "sistema di combattimento aereo" , era quindi necessario che Dassault risolvesse questo problema.

Ciò sarà presto fatto, a quanto pare. Infatti, secondo il sito idrw.org , spesso ben informato ed esente dai frequenti eccessi della stampa indiana, Dassault Aviation avrebbe chiuso la joint venture con Reliance, e potrebbe avvicinarsi, in sostituzione, al gruppo industriale indiano Tata, in modo da offrire una superficie molto più liscia alle possibili critiche da parte dell'opposizione indiana, evitando al tempo stesso il ripetersi dell'episodio dell'HAL.

DRDO AMCA India | Aerei da caccia | Costruzione di aerei militari
L'Air Combat System menzionato dai leader francesi e indiani potrebbe riguardare il programma AMCA che dovrebbe consentire all'aeronautica indiana di sostituire i suoi Su-30MKI nel prossimo decennio

Si tratta inizialmente di riprendere l'attività industriale attualmente con sede in India, che produce componenti per Falcon e Rafale nella zona economica speciale di Mihan a Nagpur , nello stato del Maharashtra.

- Annuncio -

Soprattutto, questa joint venture in divenire consentirà a Dassault di strutturare la futura cooperazione, sia che riguardi il futuro sistema di combattimento aereo menzionato dai due leader pochi giorni fa, e che potrebbe riferirsi sia al programma AMCA dell'aeronautica indiana, sia o al TEDBF della Marina indiana, ma anche per rafforzare la proposta francese sui Rafale F4/F5 riguardanti il ​​programma MMRCA 2.


LOGO meta difesa 70 India | Aerei da caccia | Costruzione di aerei militari

Il resto di questo articolo è riservato agli abbonati

Gli abbonamenti classici danno accesso a tutti gli articoli senza pubblicità , a partire da 1,99€.


- Annuncio -

Per ulteriori

2 commenti

I commenti sono chiusi.

SOCIAL NETWORKS

Ultimi articoli

Meta-difesa

GRATUITA
VEDERE