La guerra aerea in Ucraina salverà il russo Su-75 Checkmate?

Si credeva che fosse scomparso dopo il clamoroso fallimento del suo lancio commerciale. Tuttavia, il nuovo caccia monomotore di generazione 5ᵉ Su-75 Checkmate presentato dal gruppo Rostec alla mostra Army 2021, è stato oggetto di diversi depositi di brevetto nelle ultime settimane in Russia, suggerendo che potrebbe essere ancora attivo.

Ricordiamo che così come è stato presentato, il Su-75 Checkmate è un caccia monomotore supersonico di nuova generazione destinato a subentrare al MiG-29, ma anche all'F-16 e agli altri MIG-21 ancora in servizio. Aveva, inoltre, qualcosa da sedurre, con una velocità di Mach 1,8, una comoda capacità di carico di 7 tonnellate e un'autonomia tale da raggiungere i 3000 km.

Inoltre, il dispositivo doveva avere una firma radar e infrarossa ridotta e trasportare un'avionica perfettamente moderna. Il suo prezzo di vendita molto interessante fu poi annunciato pari a circa 30 milioni di dollari, e il suo costo di proprietà lo fu ancora di più, pari a 6 dollari per ora di volo.

Tuttavia, nonostante queste allettanti promesse e un’imponente campagna di comunicazione rivolta direttamente all’India, i emEmirati Arabi Uniti o anche l'Argentina, lo Scacco matto non ha convinto.

Presentato per la prima volta alla fiera dell'esercito del 2021 a Mosca, il Su-75 Checkmate di Rostec è stata una scommessa audace dell'industria aeronautica russa per riconquistare il suo posto nel mercato dei caccia monomotore ad alte prestazioni.
Presentato per la prima volta alla fiera dell'esercito del 2021 a Mosca, il Su-75 Checkmate di Rostec è stata una scommessa audace dell'industria aeronautica russa per riconquistare il suo posto nel mercato dei caccia monomotore ad alte prestazioni.

Il lancio fallito del Su-75 Checkmate

Per mancanza di partner internazionali per finanziarne lo sviluppo, e in la mancanza di sostegno da parte del Ministero delle forze armate russo, poi si è concentrato sulla produzione di Su-35 e Su-34, oltre che su lo sviluppo della coppia Su-57, S-70 Okthonik-B, l'entusiasmo è caduto rapidamente attorno a questo dispositivo promettente, che potrebbe potenzialmente fornire una risposta a molte forze aeree che non sono in grado di acquisire dispositivi recenti oltre le loro possibilità di bilancio.

Inoltre, con l'inizio dell'operazione militare speciale in Ucraina, che si è rapidamente trasformata in un disastro militare, richiedendo la piena mobilitazione dei mezzi russi, la questione dello sviluppo e dell'esportazione del Su-75 Checkmate sembrava non porsi più. né per lo Stato russo, né per i suoi eserciti, né più per Rostec, suo promotore.

Allora, lo Scacco Matto era scacco matto? È troppo presto per avere certezze sull'argomento. Negli ultimi giorni, infatti, secondo la Tass, Rostec avrebbe depositato 3 domande di brevetto per dispositivi legati al Su-75 : una versione monoposto monomotore leggermente rivista per aumentare la furtività da un lato, una versione biposto dall'altro, nonché una versione drone senza equipaggio, suggerendo agli osservatori russi che potrebbe essere un'alternativa, oppure anche la forma finale del Programma S-70 Okhotnik-B.

LUCAV Su70 Okhotnik durante i test a terra e1689869064503 Fighters Aviation | Analisi della difesa | Conflitto russo-ucraino
Il drone da combattimento S-70 Okhontik-B potrebbe avere un aspetto finale molto diverso da quelli dei prototipi osservati

Una nuova esigenza per l'aeronautica russa?

Soprattutto, è ora possibile che lo stato maggiore delle forze aeree russe, finora concentrato esclusivamente sui caccia pesanti come i Su-35 e i Su-57 per la loro modernizzazione, sia stato costretto a rivedere i propri piani alla luce delle lezioni del guerra in Ucraina.


C'è ancora il 75% di questo articolo da leggere, Iscriviti per accedervi!

Logo Metadefense 93x93 2 Aviation de chasse | Analyses Défense | Conflit Russo-Ukrainien

I Abbonamenti classici fornire l'accesso a
articoli nella loro versione completa;e senza pubblicità,
a partire da 1,99 €.


Per ulteriori

1 COMMENTO

I commenti sono chiusi.

SOCIAL NETWORKS

Ultimi articoli