La Royal New Zealand Navy lancia una gara d'appalto globale per modernizzare la sua flotta

Grazie alla sua particolare posizione, la Nuova Zelanda e la sua marina, la Royal New Zealand Navy o RNZN, svolgono un ruolo determinante nel controllo delle rotte del Pacifico meridionale e dell'Antartide globale.

Questo Paese di quasi 270 km², ha una popolazione di soli 000 milioni di abitanti e un PIL di 5 miliardi di dollari. Inoltre, come molti paesi occidentali, gli eserciti neozelandesi hanno visto il loro bilancio sciogliersi come neve al sole a partire dal 250, passando dal 1990% del PIL all’2,2% nel 1,1.

Tuttavia, se in Europa, Australia o Giappone gli investimenti sono ripresi nella seconda metà del decennio precedente, questa ripresa della spesa per la difesa è stata particolarmente contenuta in Nuova Zelanda, raggiungendo appena l’1,18% nel 2022.

Una prima revisione strategica per gli eserciti neozelandesi

Pertanto, in occasione della presentazione della prima revisione strategica della storia della Nuova Zelanda lo scorso agosto, il capo delle forze armate del paese, il maresciallo dell’aeronautica Kevin Short, ha riconosciuto che per il momento non vi è alcun dubbio che il bilancio dell'esercito aumenta verso la soglia del 2%. universalmente utilizzato in Occidente.

Infatti, con un budget di 4 miliardi di dollari, gli eserciti neozelandesi e i loro 9 effettivi attivi, per 000 riservisti, sono a dir poco piccoli e scarsamente equipaggiati. Pertanto, l'esercito e i suoi 3 soldati dispongono, in termini di veicoli corazzati, soltanto di 500 NZLAV 4×500 derivati ​​dal LAV73, oltre a una ventina di Bushmaster.

L'aeronautica militare neozelandese, da parte sua, ha perso i suoi squadroni di caccia all'inizio degli anni 2000, dopo che il governo ha annullato l'ordine di 28 F-16A/B per sostituire gli A-4 Skyhawk e gli MB-339 ancora in servizio.

Oggi hanno solo 4 aerei da pattugliamento marittimo P-8A Poseidon e 5 trasporti C-130, oltre a una flotta di elicotteri composta da 8 NH90 da trasporto (+1 di riserva), 9 SH-2G Super Seapsrite per armare le fregate, nonché sei elicotteri leggeri AW109.

La Marina reale neozelandese ha la precedenza negli arbitrati governativi

Con le sue due fregate antisommergibili di classe Anzac da 3.600 tonnellate, i suoi due OPV di classe Protector da 1.900 tonnellate e i suoi due OPV leggeri di classe Lake da 360 tonnellate, la Royal New Zealand Navy è piuttosto bene all'interno degli eserciti del paese.

Soprattutto perché queste navi beneficiano del supporto di una potente flotta di supporto, con la nuova nave cisterna di rifornimento e ammiraglia della flotta da 25.000 tonnellate, la HMNZS Aotearoa, che entrerà in servizio nel 2020. La nave da ricognizione da 5.700 tonnellate HMNZS Maharani è stata acquistata di seconda mano nel 2018, mentre la nave multiruolo HMNZS Canterbury da 9.000 tonnellate è entrata in servizio nel 2007.


C'è ancora il 75% di questo articolo da leggere, Iscriviti per accedervi!

Logo Metadefense 93x93 2 Contratti e bandi di gara Difesa | Aviazione di pattuglia marittima | Bilanci delle Forze Armate e sforzi di difesa

I Abbonamenti classici fornire l'accesso a
articoli nella loro versione completa;e senza pubblicità,
a partire da 1,99 €.


Per ulteriori

2 Commenti

SOCIAL NETWORKS

Ultimi articoli