Perché l’aumento del 150% del bilancio della difesa turco è così preoccupante?

Il vicepresidente turco Cevdet Yilmaz ha annunciato il 17 ottobre che il bilancio della difesa turco raggiungerà i 40 miliardi di dollari nel 2024, con un aumento del 150% rispetto al 2023. In assenza di una spiegazione sulle ragioni di questo aumento senza precedenti, né sull’uso che ne verrà fatto fatto di crediti aggiuntivi, questo annuncio solleva molte preoccupazioni sia riguardo alle ambizioni regionali di Ankara che ai programmi militari che potrebbero presto essere annunciati dal neo rieletto presidente Erdogan.

Se la scommessa della difesa non ha favorito il PiS e il presidente polacco durante le recenti elezioni legislative, ha dato i suoi frutti al presidente turco RT Erdogan e all’AKP. La coalizione islamo-conservatrice dell'Alleanza Popolare, di cui è il partito principale, mantiene la maggioranza in Parlamento con 323 seggi su 600, e manca di poco la maggioranza assoluta dei voti, con il 49,47% dei voti espressi.

Infatti, per compensare una situazione economica disastrosa, con una lira turca che ha perso l’80% del suo valore negli ultimi 5 anni, e un’inflazione che supera il 50%, nonché la gestione del terremoto del marzo 2023, il presidente Erdogan ha sfruttato i progressi compiuti dall’industria della difesa turca negli ultimi anni, e l’obiettivo dell’autonomia strategica ormai a portata di mano.

Questi scarsi risultati economici hanno gravemente ostacolato anche gli eserciti negli ultimi tre anni. Così, dopo 15 anni di aumenti interrotti che hanno portato la spesa militare da 10 miliardi di dollari nel 2003 e con l’avvento dell’AKP al potere a più di 20 miliardi di dollari nel 2021, questo bilancio ha continuato a subire variazioni immense, per tenere conto degli effetti della guerra. inflazione galoppante, per attestarsi a 16 miliardi di dollari nel 2023.

Non sorprende quindi, in questo contesto, che il bilancio della difesa turco sia stato rivalutato al rialzo per il 2024. Ma nessuno aveva previsto un aumento così marcato.

Un aumento senza precedenti del bilancio della difesa turco del 150% in un anno

Lo ha infatti annunciato nel corso di una conferenza stampa tenuta dal vicepresidente Cevdet Yilmaz il bilancio della difesa turca verrebbe aumentato, nel 2024, a 40 miliardi di dollari, con un incremento del 150% rispetto a quello del 2023.

Sottomarino classe Erdogan reis tipo 214
Il sostegno di RT Erdogan all'industria della difesa turca ha permesso di compiere enormi progressi in 20 anni e di avvicinare il paese all'autonomia strategica.

Un tale aumento non ha precedenti per un paese che non si trova in una situazione di guerra negli ultimi anni. Anche la Polonia, particolarmente proattiva in questo ambito, ha previsto un aumento solo del 50% tra il 2023 e il 2024, per finanziare tutti i programmi di ammodernamento dell’esercito.

Il vicepresidente turco ha indicato che il paese raggiungerà, nel 2024, un tasso di acquisizione interna dell'85% e che le esportazioni turche di BITD raggiungeranno gli 11 miliardi di dollari nel 2024, con un aumento dell'83% rispetto al 2023 e ai 6 miliardi di dollari esportati.

D’altra parte, non ha fornito dettagli sulla ripartizione che verrà fatta di questo spettacolare aumento, che porterà lo sforzo di difesa del paese oltre il 4% del suo PIL, né le ragioni che hanno portato le autorità turche ad arbitrare a favore di un tale aumento.

Su questi argomenti possiamo quindi solo fare delle ipotesi, nessuna delle quali peraltro particolarmente rassicurante.

Promesse fatte agli eserciti e all'industria della difesa turchi?

Le risorse aggiuntive potranno, infatti, essere destinate solo a due grandi entità: gli eserciti turchi e il BITD nazionale. L'AKP e l'Alleanza popolare sanno di dover molto al costante sostegno di quest'ultima durante la campagna. È quindi più che probabile che le società di difesa turche saranno le prime beneficiarie di questi crediti.

Verso un aumento delle vendite per compensare l’inflazione?

I rapporti tra le autorità e gli eserciti del paese sono decisamente più tesi, anche se, negli ultimi anni, vaste epurazioni hanno permesso al presidente Erdogan di collocare soldati vicini all'AKP in posizioni chiave negli eserciti.

Forze speciali turche
Un aumento significativo della retribuzione e del trattamento dei soldati turchi potrebbe, per Erdogan, garantire il loro pieno sostegno.

È quindi molto probabile che questo aumento serva innanzitutto a dare garanzie agli eserciti turchi, consentendo un rapido ammodernamento delle loro attrezzature, ma anche all'aumento delle retribuzioni e degli stipendi, per allinearsi all'inflazione. Paese.


C'è ancora il 75% di questo articolo da leggere, Iscriviti per accedervi!

Metadefense Logo 93x93 2 Budget e sforzi di difesa delle forze armate | Alleanze militari | Analisi della difesa

I Abbonamenti classici fornire l'accesso a
articoli nella loro versione completa;e senza pubblicità,
a partire da 1,99 €.


Per ulteriori

1 COMMENTO

SOCIAL NETWORKS

Ultimi articoli