Colombia: un'opportunità per sostituire Dassault Rafale M della più antica Marina?

Mentre i Kfir C7 colombiani non potranno più volare oltre il 31 dicembre 2024, i Dassault Rafale si ritrova di fronte all'Eurofighter Typhoon in un dossier che dovrà essere negoziato, ed eseguito, a gran voce, per imporsi in Sud America. Ma questa nuova configurazione, conseguenza del grave allontanamento tra Colombia e Israele, potrebbe anche offrire opportunità alla Francia, per sostituire il Rafale M il più antico che arma la sua aeronautica navale. Ecco come…

Il debutto fallito di Dassault Rafale in Colombia

Appena un anno fa, il Rafale di Dassault è arrivata a breve distanza da un nuovo ordine in Colombia. L'aereo francese era stato infatti dichiarato la scelta preferenziale delle forze aeree colombiane per la sostituzione dei suoi KFIR C7 israeliani, al termine di una procedura di valutazione particolarmente severa che lo ha contrapposto all'Eurofighter. Typhoon, l'F-16 americano e lo svedese JAS 39 Gripen.

Dassault Rafale Forza aerea e spaziale francese
Le Rafale di Dassault era stato dichiarato vincitore del concorso organizzato da Bogotá nel 2022. Ma le difficoltà incontrate durante le trattative finali hanno fatto deragliare il contratto alla fine dell'anno.

Così, pochi giorni prima del nuovo anno e della scadenza dell'autorizzazione all'investimento concessa dal Parlamento colombiano per questo dossier, il presidente Gustavo Petro ha annunciato pubblicamente l'imminente firma del contratto con Dassault Aviation.

Annuncio ovviamente affrettato, dato che le trattative non erano finite, mentre Bogotà voleva ordinare, entro quella scadenza, solo 3 o 4 aerei per poco più di 600 milioni di dollari, quando il produttore francese di aerei si è rifiutato di impegnarsi per un ordine così piccolo.

Comunque, proprio all'inizio di gennaio, Il ministro della Difesa colombiano Ivan Velasquez ha annunciato che i negoziati erano falliti. Senza mettere in discussione l'obiettivo preferenziale dell'aeronautica colombiana riguardo al Rafale, è stato allora necessario riprendere i negoziati su basi più solide. Allo stesso tempo, altri produttori di aeromobili hanno approfittato dell'opportunità presentare nuove proposte a Bogotà. In questo ambito sembra che Madrid si sia distinta, con un'offerta ritenuta interessante dalle autorità colombiane attorno all'Eurofighter Typhoon Blocco 3.

Negli ultimi mesi la questione sembrava volgere verso una competizione tra l'aereo europeo e il caccia francese, per vincere in Colombia. Ma recentemente un nuovo dato è arrivato a scuotere il quadro. Infatti, a seguito degli scambi di gentilezza tra il presidente colombiano Gustavo Petro e l’ambasciatore israeliano in Colombia, Gali Dagan, i due paesi sono ora ai ferri corti, anche sulla questione degli armamenti.

I KFIR C7 colombiani non voleranno più dopo il 31 dicembre 2024

Come abbiamo accennato lo scorso ottobre, questa disputa potrebbe fare il gioco del CAESAR gun con l’eliminazione dell’ATMOS israeliano, dopo che, ancora una volta, il sistema francese era stato dichiarato vincitore della competizione indetta dagli eserciti colombiani, ma che i negoziati aveva fallito sulla questione dello sconto di bilancio.

Kfir C7 dell'aeronautica militare colombiana
I Kfir C7 che oggi costituiscono la flotta da caccia colombiana non potranno più volare dopo il 31 dicembre 2024 e la fine del contratto di manutenzione israeliano.

C'è ancora il 75% di questo articolo da leggere, Iscriviti per accedervi!

Logo Metadefense 93x93 2 Aviazione da caccia | Notizie sulla difesa | Colombia

I Abbonamenti classici fornire l'accesso a
articoli nella loro versione completa;e senza pubblicità,
a partire da 1,99 €.


Per ulteriori

2 Commenti

  1. Buongiorno,
    Il ragionamento è coerente ma questo equivale a chiudere una delle 3 flotte e ad avere solo 24 aerei rimasti. Questo volume consente di garantire le missioni e il turnover dei distaccamenti sull'AP? perché ci vorranno almeno 2 anni prima di avere aerei sostitutivi e per quanto riguarda l'addestramento dei piloti?

SOCIAL NETWORKS

Ultimi articoli