Il fucile d'assalto XM7 e la mitragliatrice XM250 dell'esercito americano entreranno in servizio nel 2024

Già testate da una sezione della famosa 101ª Divisione aviotrasportata, le nuove armi di fanteria dell'esercito americano, il fucile d'assalto XM7 e la mitragliatrice XM250, inizieranno ad equipaggiare le unità di questa divisione d'élite dal secondo trimestre del 2024.

Progettate per rispondere agli sviluppi osservati e previsti nei vincoli di impegno delle forze di terra, queste nuove armi, le loro munizioni da 6,8 mm e le nuove ottiche di puntamento intelligenti XM157 che le equipaggiano, dovrebbero consentire alle forze di fanteria americane di mantenere il vantaggio contro i loro potenziali avversari.

Il fucile d'assalto XM7 e la mitragliatrice XM250 entreranno in servizio nell'esercito americano nel 2024

Progettato per sostituire il venerabile M1 Garand che equipaggiò le unità di fanteria americane durante la Seconda Guerra Mondiale e la Guerra di Corea, e soprattutto per rispondere all'arrivo del famoso AK-47 sovietico alla fine degli anni Quaranta, del fucile d'assalto M40 e i suoi derivati, come l'M16 e l'M14, rappresentarono un notevole progresso nel 4.

Con la sua canna da 60 cm e le nuove munizioni da 5,56 mm, l'M16 si dimostrò infatti molto più preciso oltre i 200 metri rispetto al fucile d'assalto sovietico, grazie al minor rinculo e alle superiori qualità balistiche delle munizioni. Le armi di supporto, dal canto loro, sono rimaste fedeli al calibro .30 (espresso in pollici) di 7,62 mm, offrendo una gittata maggiore, nonché una penetrazione e un potere d'arresto molto maggiori rispetto al calibro 5,56 mm (o calibro .223 ).

Fucile d'assalto AK-12 dell'esercito russo
Il nuovo AK-12 dell'esercito russo utilizza lo stesso calibro 5,45 mm introdotto all'inizio degli anni '70 con l'AK-74 per rispondere al calibro 5,56 mm NATO

Nel corso degli anni, l'osservazione fatta dall'esercito americano si è diffusa nella maggior parte delle forze armate, che hanno gradualmente abbandonato i loro AK-47 calibro .3, FAL o G30, per passare ai fucili d'assalto che incorporano il calibro 5,56 mm NATO. Persino le unità sovietiche abbandonarono gli AK-70 a metà degli anni '47 per l'AK-74 e il suo calibro 5,45 mm, visibilmente ispirato al calibro NATO, mentre gli scontri avvenivano gradualmente a distanze maggiori.

Questa generalizzazione del calibro portò ad alcuni effetti deleteri, con la comparsa di protezioni balistiche calibrate per proteggersi da esso e gli scontri avvenuti a distanze maggiori.

È proprio per rispondere a questi sviluppi che nel 2017 l'esercito americano ha annunciato l'intenzione di sostituire l'M4, ma anche le sue mitragliatrici leggere M249 da 5,56 mm, con nuove armi di fanteria accomunate da un nuovo calibro unico, una munizione da 6,8 mm, come parte del programma NGSW per l'arma di squadra di prossima generazione.

Cinque anni dopo, a seguito di un meticoloso processo di test, il contratto per entrambe le armi è stato assegnato a SIG Sauer USA, per la consegna di almeno 107 fucili d'assalto XM000 e 7 mitragliatrici di fanteria XM13. L'impresa Vortex Optic, dal canto suo, si è aggiudicata l'appalto la fornitura di 250 ottiche di mira Dispositivi intelligenti XM157, per un importo di 2,7 miliardi di dollari.

Una nuova munizione da 6.8 mm progettata per penetrare la protezione balistica ed estendere la portata di tiro

Le nuove munizioni da 6.8 mm conservate dall'esercito americano sono state progettate per avere un potere di penetrazione molto maggiore di quello del 5,56 NATO. Così, durante i test, questa munizione è riuscita a distruggere i cilindri bersaglio utilizzati, laddove la munizione NATO si è limitata a danneggiarli, senza riuscire ad attraversarli e tanto meno a distruggerli.

Fucile d'assalto XM7
Il fucile d'assalto XM7 di Sig Sauer entrerà in servizio nel 2024 con l'esercito americano

C'è ancora il 75% di questo articolo da leggere, Iscriviti per accedervi!

Logo Metadefense 93x93 2 armi leggere | Notizie sulla difesa | Contratti di difesa e bandi di gara

I Abbonamenti classici fornire l'accesso a
articoli nella loro versione completa;e senza pubblicità,
a partire da 1,99 €.


Per ulteriori

3 Commenti

  1. Abbiamo qui una prova lampante dell’incompetenza dei nostri leader politici a tutti i livelli... I nostri strateghi militari e altri sapevano da molto tempo che gli americani avevano avviato questo progetto, anche io, un comune cittadino, lo sapevo almeno da due anni fa avevo già commentato questo fatto sul vostro sito.
    Ma le nostre élite si sentono obbligate a leccare gli stivali dei teutoni, ci chiediamo perché, acquistando un vecchio riblon vecchio di più di vent'anni per sostituire Famas. Cosa abbiamo fatto di così serio per darci delle mode così folli? I nostri ingegneri e tecnici sono altrettanto capaci, se non di più, di trovare una soluzione diversa da quella scelta, ma Macron e i suoi servi-schiavi degli Stati Uniti e della Germania hanno comunque represso i controlli.

    • Grazie, è stato risolto. Articoli del fine settimana 😉
      Per completare il discorso, anche sull'M6.8 sarà presente il calibro 51 x 240 mm al posto del calibro .30, con l'M240L. Non ho ancora avuto la possibilità di provare il .277 Fury, ma non dovrebbe volerci molto. Aspetto di vedere per farmi un'idea e che FN rilasci lo SCAR in questo calibro 😉

SOCIAL NETWORKS

Ultimi articoli