Ungheria, Filippine: lo svedese JAS 39 Gripen ritrova i colori dell'export

Il caccia monomotore JAS 39 Gripen, che effettuò il suo primo volo nel 1988, è universalmente riconosciuto come un velivolo dall'eccellente rapporto prestazioni-prezzo. Molto efficiente ed economica da utilizzare, ha permesso alla Saab svedese di conquistare diversi mercati chiave di esportazione negli anni 2000 con Ungheria (14 unità), Repubblica Ceca (14 unità), Sud Africa (26 unità) e Tailandia (18 unità). ), poi con il Brasile per 36 nuovi Gripen E/F nel 2015.

Dopo il crollo, le esportazioni del caccia di Stoccolma potrebbero riprendere, mentre l'Ungheria ha appena annunciato l'ordine per altri 4 monoposto JAS 39 Gripen C, e Manila e Stoccolma hanno avviato trattative per la possibile acquisizione di una flotta di 18 caccia o più.

Nessun ordine internazionale per 9 anni contro gli F-35A, F-16V e Rafale

Dopo un periodo di dieci anni di euforia, dal 2005 al 2015, con la vendita di 106 caccia, un record per la Svezia visto che il J35 Draken ne esportò 125 esemplari in 3 paesi europei (Finlandia, Danimarca e Austria) negli anni 60 e 70, Saab aveva iniziato una preoccupante traversata del deserto.

J-35 Draken Saab dell'aeronautica militare svedese
Il J-35 Draken rimane ancora oggi l'aereo da combattimento svedese più esportato, con 125 esemplari.

Benché molto attiva, commercialmente parlando, la casa aeronautica svedese si vide sconfitta dagli F-35A americani in Finlandia, Canada, Svizzera e Repubblica Ceca, mentre Bulgaria e Slovacchia preferirono gli F-16A.XNUMXV, e la Croazia si rivolse verso il Rafale français.

Infatti, dopo l’ordine di 60 Gripen E/F per Flygvapnet, l’Aeronautica Militare svedese, nel 2013, e la convalida del contratto per 36 Gripen E/F, con produzione locale, per l’Aeronautica Militare brasiliana, convalidato dal Parlamento di In tutto il paese nel 2015 il portafoglio ordini del Gripen è rimasto disperatamente vuoto.

Inoltre, i negoziati in corso, ad esempio in Cile o in Colombia, sembrano particolarmente contestati, in particolare dagli F-16 americani e dai Rafale francese e l'ordine brasiliano di la seconda tranche di 34 Gripen E/F, imminente da diversi anni, stenta ancora a concretizzarsi.

Un nuovo ordine per 4 JAS 39 Gripen C per l'Aeronautica Militare ungherese

In questo contesto cupo, l'annuncio fatto il 23 febbraio da Micael Johansson, il presidente della Saab, in merito al nuovo ordine di 4 JAS 39 Gripen C da parte di Budapest, anche se modesto, è di grande importanza simbolica per il produttore di aerei svedese.

Infatti, dopo che la Repubblica Ceca ha annunciato il suo passaggio all’F-35A americano, e dopo il duro colpo della scelta, da parte di Helsinki, di scegliere lo stesso aereo, invece di scommettere sull’interoperabilità con il suo vicino e alleato svedese, Saab aveva assolutamente bisogno di alcuni buone notizie per rompere la serie oscura che stava attraversando.

JAS 39 Gripen C dell'Aeronautica Militare Ungherese
L'aeronautica militare ungherese utilizza 14 JAS-39 Gripen C monoposto e 2 Gripen D biposto.

C'è ancora il 75% di questo articolo da leggere, Iscriviti per accedervi!

Logo Metadefense 93x93 2 Aviazione da caccia | Notizie sulla difesa | Brasile

I Abbonamenti classici fornire l'accesso a
articoli nella loro versione completa;e senza pubblicità,
a partire da 1,99 €.


Per ulteriori

2 Commenti

SOCIAL NETWORKS

Ultimi articoli