SHiELD, DA M-SHORAD…: gli eserciti americani stanno facendo marcia indietro sui laser ad alta energia?

Solo pochi mesi fa, gli eserciti americani puntavano solo sulle armi ad energia diretta e, in particolare, sulle applicazioni laser ad alta energia, in termini di anti-drone e C-RAM (Cruise-Rocket/Artillery/Mortar).

Nelle ultime settimane, però, i toni sono cambiati. Infatti, in rapida successione, due dei programmi più emblematici in questo campo, il programma SHiELD dell’aeronautica americana e il programma M-SHORAD Gardian dell’esercito americano, sono stati attaccati da tutte le parti e ora guardano seriamente al loro futuro minacciato.

Durante i test è emerso che i vincoli generati da questo tipo di sistemi, in particolare quando si tratta di incorporarli a bordo di veicoli blindati o aerei, sono così significativi da controbilanciare in gran parte le plusvalenze previste.

Abbandonato il programma di protezione laser ad alta energia dell'aeronautica americana

Uno dei programmi più attesi in questo settore era il Self-Protect High-Energy Laser Demonstrator, o SHiELD. Lanciato nel 2016 per conto dell'aeronautica americana, aveva lo scopo di equipaggiare gli aerei da combattimento e di supporto con laser ad alta energia in volo, agendo per proteggere gli aerei dai missili aria-aria e antiaerei, che potrebbero minacciarli.

Programma di grafica SHIELD
Una delle opere che illustrano il programma SHIELD dell'aeronautica americana

Dal suo lancio, a parte alcune opere d'arte e animazioni 3D, realizzate per supportare la comunicazione del programma, non ha mostrato quasi segni evidenti di grandi progressi. Nella migliore delle ipotesi, un anno fa, Boeing è stata in grado di effettuare test a vuoto del suo pod di trasporto LPRD (Laser Pod Research & Development), che avrebbe dovuto ospitare il laser ad alta energia stesso, a bordo di un F-15.

Tuttavia, gli altri due componenti del programma, il Laser Advancements for Next- generation Compact Environments (LANCE) e lo SHiELD Turret Research in Aero Effects (STRAGE), vale a dire il laser stesso e il sistema di puntamento e sparo, hanno, per loro funzione, parte, ha incontrato numerosi problemi, a quanto pare, dopo aver guidato l’aeronautica americana a gettare semplicemente la spugna.

« Il programma SHiELD è terminato e non sono previsti ulteriori test e valutazioni“, ha dichiarato ai giornalisti del sito americano Military.com il dottor Ted Ortiz, direttore del programma dell'Air Force Research Laboratory (AFRL).

Boeing con capsula laser LPRD
Boeing ha testato il suo pod LPRD a bordo di un F-15 alcuni mesi fa. Tuttavia, il POD non trasportava alcun sistema laser.

Questo annuncio inequivocabile ne segue un altro, fatto qualche settimana prima, riguardante la cancellazione del secondo programma laser ad alta energia a bordo di un aereo, in questo caso il programma AHEL. Questo doveva sostituire il cannone da 105 mm a bordo dell'aereo da supporto aereo AC-130 Ghostrider. L’aeronautica americana ha citato “sfide tecniche” per giustificare l’abbandono di questo programma.

Soldati dell'esercito americano dubbiosi dopo i test Gardian del DE M-SHORAD

L'aeronautica americana non è stata la sola a riconoscere, nelle ultime settimane, gravi difficoltà riguardanti i suoi programmi laser ad alta energia. Così, uno dei programmi più emblematici in questo campo, il sistema M-SHORAD dell'esercito americano, ha tutt'altro che convinto l'esercito americano durante i suoi test nelle zone operative.

Guardiano dell'esercito americano M-SHORAD
Il numero di dissipatori di calore che circondano il corpo del DE M-SHORAD aveva allertato molti specialisti sull'affidabilità del sistema, ma anche sulla sua vulnerabilità agli infrarossi sul campo di battaglia.

Infatti, diversi prototipi del Guardian sono stati schierati dall'esercito americano direttamente nei teatri operativi, per studiarne il funzionamento, il più vicino possibile alle reali condizioni di utilizzo, in particolare in Africa.


C'è ancora il 75% di questo articolo da leggere, Iscriviti per accedervi!

Metadefense Logo 93x93 2 Armi laser ed energia diretta | Notizie sulla difesa | Contratti di difesa e bandi di gara

I Abbonamenti classici fornire l'accesso a
articoli nella loro versione completa;e senza pubblicità,
a partire da 1,99 €.


Per ulteriori

2 Commenti

  1. Queste sono grandi opportunità commerciali per Rheinmetal. Possiamo facilmente immaginare un tubo tedesco sul telaio dell'M109. Mi sembra un po' più delicato per Nexter o K9, ma non si sa mai, a volte, è necessario...
    Allo stesso modo, Skynex ha buone possibilità di successo. Per gli AWACS e le petroliere, invece, la questione sembra molto complicata da risolvere.

SOCIAL NETWORKS

Ultimi articoli