La Marina americana ha dimenticato come costruire le fregate?

Negli ultimi decenni, i programmi della Marina americana per progettare nuovi combattenti di superficie hanno avuto un percorso a dir poco accidentato. Al di là degli sviluppi dei cacciatorpediniere classe Arleigh Burke, una nave progettata negli anni '80, tutti questi nuovi programmi incontrarono difficoltà di progettazione tali da portare all'avvio di un significativo declassamento della capacità della Marina degli Stati Uniti.

Per superare questo problema, il Pentagono si è impegnato, alla fine degli anni 2010, a lanciare un nuovo programma di fregate. Chiamato classe Constellation, questo programma si basava su un modello già collaudato, in questo caso il FREMM italiano della classe Bergamini, proprio per evitare gli eccessi osservati nei programmi precedenti, che avevano portato a notevoli ritardi e ingenti costi aggiuntivi.

Alcune settimane fa, un rapporto ordinato dal Segretario della Marina Carlos del Toro ha rivelato numerose disfunzioni negli attuali programmi della Marina statunitense. Il programma per le fregate della classe Constellation non ha fatto eccezione. Infatti, in soli quattro anni dal suo lancio, il programma è già in ritardo di tre anni rispetto al programma e si prevede che entrerà in servizio solo nel 2027.

Un nuovo rapporto, questa volta del Government Audit Office, o GAO, pubblicato di recente, chiarisce ulteriormente il punto. Infatti, per riassumere le sue conclusioni, la Marina americana ha effettivamente dimenticato come condurre efficacemente grandi programmi industriali come la costruzione di una nuova fregata, con una metodologia difettosa evidenziata dal programma Constellation.

Il chiaro rapporto del GAO riguardante la condotta della Marina americana nel programma delle fregate di classe Constellation

Va detto questo rivelazioni fatte dal GAO, intorno a questo programma, sono sorprendenti, quando si tratta della marina più imponente e potente del pianeta. Non solo il programma è rimasto indietro fin da quando è esistito, ma ha, per così dire, abbandonato la maggior parte dei paradigmi che lo hanno generato.

Fregata classe FREMM Bergamini
Alla fine, le fregate Constellation e le FREMM di classe Bergamini avranno solo il 15% di componenti comuni. È lo stesso 15% che condividono le Fremm francesi e italiane?

Pertanto, le fregate della classe Constellation dovevano essere veloci da progettare, e ancora più veloci da produrre, in modo da avere una leva facilmente azionabile per potenziare la flotta di superficie americana, in caso di necessità, anche se il programma, copriva solo 20 navi.

Per questo, la Marina americana ha accettato di ricorrere a un modello esogeno, essendo stata scelta la FREMM italiana della classe Bergamini, sia per le sue innegabili qualità sia per il fatto che Fincantieri aveva un proprio cantiere oltreoceano, Marinette Shipbuilding, che produce in particolare la LCS di classe Independence nel Wisconsin.

Ben presto, però, le FREMM italiane iniziarono ad essere trasformate dai vari servizi della Marina americana, assumendo diverse centinaia di tonnellate e una nuova tranche, in particolare per rafforzare la sua resistenza agli attacchi nemici.

Nel corso dei mesi le due navi si sono differenziate ulteriormente, al punto che oggi solo il 15% delle FREMM iniziali rimane nella classe Constellation. Tutto, dalla propulsione all'armamento, i sensori e perfino lo scafo è stato modificato o cambiato, tanto che il GAO nel suo rapporto si riferisce alle due navi come “lontane cugine”, e non più come parenti strette.

Ovviamente, così facendo, il programma ha eroso quasi interamente i benefici attesi. Pertanto, la progettazione iniziale di queste fregate è durata da 3 a 6 anni. Peggio ancora, la costruzione delle prime unità iniziò mentre l'architettura definitiva delle navi non era stata decisa e validata.

Un problema metodologico evidenziato dal GAO riguardante la conduzione dei programmi industriali della Marina statunitense

Queste deviazioni e carenze hanno numerose conseguenze, sia sul prezzo del programma, sia sulla sua efficienza industriale. Pertanto, il prezzo delle prime quattro unità ordinate dalla Marina americana alla Marinette Shipbuilding è aumentato di 310 milioni di dollari da quando sono state ordinate, senza che ciò influisca su un cambiamento di portata.

Lancio del cantiere navale LCS No.7 USS Detroit Marinette
Lancio della USS Detroit, 7a LCS e quarta nave di classe Freedom, presso Marinette Shipyards, WI, che costruisce anche le fregate di classe Constellation

C'è ancora il 75% di questo articolo da leggere, Iscriviti per accedervi!

Logo Metadefense 93x93 2 Costruzioni navali militari | Analisi della difesa | Contratti di difesa e bandi di gara

I Abbonamenti classici fornire l'accesso a
articoli nella loro versione completa;e senza pubblicità,
a partire da 1,99 €.


Per ulteriori

1 COMMENTO

  1. Metti i finanzieri al posto degli ingegneri, paga questi contabili come principi e chiedi loro di guidare il progetto. Oh bene, non funziona?
    Il calo del livello americano è più legato a una visione “Wallstreatiana” del mondo, alla ricerca del trucco facile, del PowerPoint che risolve tutto e delle magie di Excel che a un calo del livello degli ingegneri. Svalutando le competenze tecniche a favore dei contabili, è probabile che queste aberrazioni di bilancio e programmatiche si ripetano.

SOCIAL NETWORKS

Ultimi articoli

Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE