Dassault Aviation prende l'iniziativa di vendere 114 Rafale costruito in India

Nel 2012, Dassault Aviation ha vinto il concorso indiano MRCA per 118 caccia Rafale destinato all'aeronautica militare indiana, di cui un centinaio di esemplari dovevano essere assemblati in India. Tuttavia, le trattative con HAL si sono interrotte poiché, secondo il gruppo francese, le capacità industriali del produttore di aerei indiano non erano in grado di garantire il livello di qualità richiesto dagli eserciti indiani.

Nel 2015, dopo l’abbandono del programma MRCA, Nuova Delhi ha ordinato 36 caccia Rafale a Dassault, assemblata in Francia, ma accompagnata da gran parte dell'impegno da parte dei produttori francesi, di investire il 50% dell'importo del contratto di 8 miliardi di euro, in capacità industriali dispiegate in India.

È in questo contesto che la stampa indiana ha appena rivelato che Dassault aveva avviato un processo per costruire un sito di manutenzione operativa molto importante nel paese, destinato a garantire la manutenzione in condizioni operative (MCO) dei Mirage 2000 e Rafale in servizio con l'aeronautica militare indiana, e presto, dalla Marina indiana.

Tuttavia, questo Investimento consentirà anche al Costruttore francese di aerei e all’intero Team Rafale, per trarre un vantaggio significativo nell'ambito del programma MRCA 2, in sostituzione del primo MRCA, che dovrebbe consentire a Nuova Delhi di costruire localmente 114 aerei da combattimento medi per modernizzare la flotta di caccia del Paese.

Dassault costruirà un sito di manutenzione aeronautica in India, che potrebbe essere trasformato in una catena di montaggio Rafale

In effetti, ilil sito web hindustan-times.com, ha rivelato che Dassault Aviation aveva provveduto ad acquisire una vasta area di terreno vicino al sito che ospiterà il nuovo aeroporto internazionale di Noida, vicino alla città di Jewar, nel nord del paese.

Dassault Aviation Rafale Merignac
Dassault Aviation prende l'iniziativa di vendere 114 Rafale costruito in India 5

Secondo il sito indiano, il costruttore aeronautico francese intende costruire, su questo sito, un sito industriale molto importante, destinato a garantire il mantenimento in condizioni operative di Rafale e Mirage 2000 in servizio con l'aeronautica indiana, e certamente, Rafale M e B saranno presto acquisiti dalla Marina indiana.

Questo investimento, che riguarda Dassault Aviation così come altri produttori del Team Rafale, fa parte degli impegni di compensazione assunti al momento dell'ordine del 36 Rafale Indiani nel 2015.

Oltre al sito industriale da realizzare, il produttore francese e i suoi partner sono ora impegnati nell'organizzazione della Supply Chain indiana, per soddisfare i requisiti in termini di Make in India, ma anche per tutelarsi da spiacevoli sorprese come quelle riscontrate nel 2012 con HAL. Sembra addirittura che Dassault abbia iniziato a preparare la propria catena di fornitura del titanio, per anticipare l'evoluzione della domanda indiana, verso la produzione di caccia in questo sito.

Inoltre, secondo informazioni ottenute da giornalisti indiani, sembra che il sito che verrà costruito sarà dimensionato per garantire il mantenimento di oltre un centinaio di Rafale, che è molto più della flotta prevista sulla base degli ordini attuali.

Il Dassault Rafale in una forte posizione per prevalere nella competizione per 114 caccia medi per l'aeronautica indiana

La stampa indiana anticipa il fatto che questo importante sito industriale e la catena di fornitura implementata da Dassault e dal team Rafale, costituirà uno strumento efficiente e oliato, per eventualmente assemblare i 114 aerei da combattimento del contratto MRCA 2, dando al caccia francese un vantaggio decisivo in questa competizione.

Dassault Rafale India
Dassault Aviation prende l'iniziativa di vendere 114 Rafale costruito in India 6

C'è ancora il 75% di questo articolo da leggere, Iscriviti per accedervi!

Logo Metadefense 93x93 2 Aviazione da caccia | Notizie sulla difesa | Filiera della subfornitura industriale della difesa

I Abbonamenti classici fornire l'accesso a
articoli nella loro versione completa;e senza pubblicità,
a partire da 1,99 €.


Per ulteriori

6 Commenti

  1. Dassault e la squadra Rafale non hanno scelta ed è una decisione strategica che li farà anche cambiare dimensione e diventare un futuro concorrente di LM nei prossimi due decenni

    Con una base industriale limitata in Francia (oltre la ricerca e lo sviluppo per gli anni a venire perché l’India non è la Corea o la Cina) Dassault non può fornire questi volumi. La sua base in Francia è limitata dai suoi costi (espliciti ma anche impliciti a causa delle condizioni socio/politiche). ), la sua capacità di investimento in Francia e la sua capacità di disporre semplicemente di risorse umane
    Sviluppando una seconda base industriale (rischioso ovviamente, ma altrimenti resterà una grande PMI in balia di un progetto). Rassicura i suoi clienti, prosciuga la concorrenza diversa da LM e abbassa la sua base di costi.
    In breve, il percorso di tutti i principali gruppi industriali francesi (Schneider, Michelin, Saint Gobain, automobile, Sanofi, ecc.)
    La quota di mercato globale è ancora decisiva e il potenziale duopolio con LM (e i suoi margini) consentirà di finanziare la R§S per la Difesa Fr.
    In BITD la I sta per “industria”..!
    BITD Fr ha una strategia di Marketing chiara: Itar Free, e questo richiede costi e volumi adeguati e margini che gli consentano di continuare a spendere in R&D che è il cuore anche se produzione e qualità devono seguire
    Il problema è ancora più vero per Naval Group in Brasile e India, soprattutto dove può in definitiva “accaparrare” il mercato dei sottomarini in crescita.

SOCIAL NETWORKS

Ultimi articoli

Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE