La nuova fregata antiaerea olandese, un'opportunità per la Francia?

Fatto ! Il Parlamento olandese ha approvato, l'11 giugno, l'acquisizione di quattro sottomarini di tipo Blacksword Barracuda dal gruppo navale francese, per sostituire i sottomarini di classe Walrus attualmente in servizio nella Marina olandese. L'ultimo ostacolo per l'ordinanza ufficiale è ora il ricorso legale presentato da TKMS davanti al tribunale dell'Aja, che dovrà essere giudicato il 26 giugno.

Se i parlamentari bataviani si fidano soprattutto dell'offerta francese, resta vero che alcune questioni emerse durante i dibattiti meritano una considerazione proattiva da parte di Parigi, e dell'industriale francese.

In particolare, la questione della condivisione dell’attività industriale con l’industria navale olandese, e più specificamente con Damen, rappresenta un punto particolarmente delicato e divisivo, che dovrebbe essere affrontato prima che il nuovo governo dell’Aja prenda il controllo del Paese.

A questo proposito, la Marina olandese ha recentemente avviato lo studio preliminare di una nuova fregata antiaerea pesante, secondo un programma vicino a quello che sarà imposto alla Marina francese per sostituire le fregate Horizon della classe Forbin.

In questo contesto, sarebbe rilevante ed efficace per la Francia, come per Naval Group, aderire al programma olandese affidato a Damen, ridurre i costi di sviluppo di una nuova fregata di difesa aerea francese e dare alle autorità olandesi le pertinenti garanzie di cooperazione per la sua industria navale, nel medio e lungo termine?

Il Parlamento olandese approva ufficialmente l'acquisizione di Blacksword Barracuda da Naval Group

Poco più di una settimana fa, il programma ORKA per la sostituzione dei sottomarini classe Walrus della Koninklijke Marine, la Marina reale olandese, ha raggiunto un traguardo decisivo.

Gruppo Navale Barracuda Spada Nera
Il Blacksword Barracuda del Naval Group è più vicino che mai a raggiungere la Koninklijke Marine.

dopo il governo uscente ha annunciato la vittoria di Naval Group, con il modello Blacksword Barracuda, nella competizione che lo contrapponeva alla tedesca TKMS, e alla coppia Saab-Damen, il programma doveva infatti ricevere l'approvazione del nuovo Parlamento olandese, a maggioranza nazionalista fin dalle elezioni legislative elezioni nell’autunno 2023.

Lungi dall'essere una formalità, il ministro della Difesa uscente, Christophe Van der Maat, ha dovuto rispondere alle numerose domande e attacchi emersi sulla stampa olandese nelle settimane precedenti l'audizione parlamentare, in particolare riguardo alle garanzie relative al prezzo offerto da dell’industriale francese, più economico del 25% rispetto agli altri concorrenti, e riguardo agli impegni di investimento del gruppo Naval nell’industria locale.

Le risposte fornite dal Ministro della Difesa e dai suoi collaboratori alle domande dei parlamentari avevano apparentemente centrato il bersaglio, poiché al termine di questa sessione, i partiti di maggioranza hanno annunciato di sostenere il programma. Per poter proseguire, però, era necessario che una serie di mozioni presentate da Chris Stoffer del Partito politico riformato (SPG), che rappresentavano solo 3 dei 150 seggi della nuova camera, venissero votate.

Ora è fatto. In effeti, le tre istanze presentate dall'ing. Stoffer sono state respinte, aprendo la strada alla firma ufficiale dell'ordinanza, che dovrà avvenire entro la fine di luglio 2024. Bisognerà però attendere che la denuncia presentata dalla TKMS tedesca, in merito al bando di gara stesso, venga regolata da quella olandese giustizia, argomento presentato il 26 giugno davanti alla Corte di giustizia dell'Aja.

2 dei 3 principali programmi della Marina olandese assegnati a Naval Group

Sapendo che a partire dal 4 giugno e dalle conclusioni non ufficiali del dibattito parlamentare, Damen e Saab, anche se prima particolarmente veementi, hanno, a quanto pare, gettato la spugna per dedicarsi ad altre lotte più promettenti, possiamo pensare che le possibilità che il il ricorso proposto da TKMS ha poche possibilità di successo, e che serve soprattutto a gettare un certo dubbio sulla validità del prezzo proposto dal gruppo Naval, nelle future gare.

Programma di guerra contro le mine rMCM
Le sei grandi navi olandesi da guerra contro le mine saranno state progettate e prodotte da Naval Group ed ECA.

In ogni caso, con questa decisione parlamentare, e anticipando una decisione del tribunale favorevole all'arbitrato del governo olandese, sembra che la Koninklijke Marine avrà affidato due dei tre maggiori programmi navali del momento, al French Naval Group, che direttamente, con i sottomarini Blacksword Barracuda del programma ORKA, o indirettamente, con le grandi navi da guerra minerarie del programma rMCM.

In queste condizioni sono comprensibili le diverse opinioni pubblicate dalla stampa specializzata batava riguardo al risarcimento che la Francia potrebbe concedere all'industria della difesa olandese. Ciò è tanto più vero in quanto negli ultimi mesi la fiducia dell'Aia nei confronti delle attrezzature francesi ha visto una nuova prospettiva di vita l'ordine per 14 elicotteri da manovra H225M Caracal per le forze speciali nell'ottobre 2023.

Tuttavia, questo sembra più facile a dirsi che a farsi. In effetti, l’industria della difesa olandese eccelle particolarmente in due aree. Il primo è quello dei radar e sensori navali, con Thales Nederland.

Nel 1990, lo specialista olandese di radar Signaal fu acquistato dalla francese Thomson-CSF, che da allora è diventata Thales. L'azienda produce alcuni dei radar navali e dei sistemi IR più efficaci ampiamente utilizzati nelle marine globali, come la serie SMART-S e l'NS-100. È difficile toccare questa cooperazione già consolidata e reciprocamente vantaggiosa all'interno del gruppo Thales.

Fregata di difesa aerea Forbin
Il radar S1850 delle fregate Horizon della classe Forbin è un'evoluzione dello SMART-L di Thales Nederland.

Il secondo ambito di eccellenza dell’olandese BITD è quello della cantieristica navale, con i cantieri del gruppo Damen. Quello che realizza, ogni anno, un fatturato compreso tra 2 e 2,5 miliardi di euro, e dispone di 32 cantieri navali. Recentemente ha ottenuto importanti successi in campo militare con le corvette della famiglia SIGMA, acquisite dalle marine indonesiana, marocchina, messicana e colombiana.

Il gruppo si è inoltre aggiudicato, nel gennaio 2020, la progettazione delle fregate F126 della Bundesmarine tedesca, con i cantieri Blohm&Voss e Lurssen, passate da 4 a 6 navi nell'aprile 2024, dopo che il Ministero della Difesa ha esercitato l'opzione allegata al contratto. Infine, Damen progetta e produce le principali unità di superficie della Marina olandese, e in particolare le nuove fregate M sviluppate in collaborazione con il Belgio.

Tuttavia, avendo Damen scommesso sull'offerta congiunta con Saab nel quadro del programma ORKA, Naval Group non ha comprensibilmente integrato la cooperazione avanzata con questo gruppo nella sua proposta e, in particolare, nella dotazione di bilancio ad essa allegata, proprio quello che è stato decisivo in questa materia.

L'opportunità di co-sviluppare con Damen una fregata antiaerea per sostituire le fregate Horizon di classe Forbin

Resta il fatto che la cooperazione con Damen costituirebbe certamente la via più rilevante per attuare una cooperazione reciproca con l'industria olandese, nonostante le tensioni che talvolta hanno incrinato i rapporti tra i due gruppi.

nuova fregata antiaerea della marina olandese
il concetto di una fregata antiaerea di nuova generazione presentato in aprile al parlamento olandese dalla Koninklijke Marine. La nave potrà trasportare fino a 96 silos verticali, tanti quanti la DDG(x) americana.

Infatti, la Marina olandese ha annunciato, poche settimane fa, l'avvio della progettazione delle fregate antiaeree che sostituirà le fregate classe De Zeven Provincien, attualmente in servizio.

Le quattro fregate olandesi sono entrate in servizio dal 2002 al 2005, e dovranno quindi essere sostituite tra il 2032 e il 2040, a seconda che la durata di vita delle navi sia di 30 o 35 anni. Tuttavia, durante questo periodo, la Marina francese dovrà anche sostituire due delle sue fregate antiaeree, in questo caso le fregate Horizon della classe Forbin, entrate in servizio nel 2008 e nel 2009.

Per il Ministero delle Forze Armate e la Marina francese l’ipotesi di co-sviluppare i sostituti di queste due navi, con un Paese europeo, si rivelerebbe sicuramente un calcolo rilevante.

In effetti, portare la progettazione di queste navi chiave su una flotta di sole due navi comporterebbe costi aggiuntivi particolarmente elevati, soprattutto perché le opportunità di esportazione di queste navi pesanti e molto costose sono ovviamente basse. Del resto né la Francia né l’Italia sono riuscite ad esportare il modello Horizon.

Fregata classe Zeven Provincien
La sostituzione delle fregate classe De Zeven Provincien rappresenta forse un'opportunità per la Francia, il Gruppo Navale e la Marina francese.

Al contrario, se si dovesse negoziare una cooperazione con i Paesi Bassi e Damen, ciò renderebbe molto più sopportabili i costi di progettazione di sei scafi, quattro per la Koninklijke Marine e due per la Marina francese.

Inoltre, la cooperazione franco-olandese in materia incoraggerebbe forse la Marina olandese a virare verso un sistema missilistico terra-aria europeo, con il missile Aster e la sua evoluzione del programma Hydis, al quale partecipano appunto i Paesi Bassi, anche se ciò significasse accettare di far costruire le navi nei Paesi Bassi, il che rappresenterebbe, senza il minimo dubbio, un gesto di cooperazione molto apprezzato all'Aia.

Progettazione di una classe di cacciatorpediniere d'assalto all'estero con i Paesi Bassi

Ovviamente, l'ipotesi di far costruire nei Paesi Bassi le due navi di superficie da combattimento più potenti della Marina francese rischia di suscitare proteste tra il gruppo Naval e i suoi subappaltatori, anche se l'obiettivo è quello di promuovere l'uso di attrezzature francesi in tutta la classe.

Tuttavia, i risparmi realizzati in termini di progettazione e studi permetterebbero alla Marina e al gruppo navale francese di avviare la progettazione di un'altra classe di navi, più innovativa, in grado di soddisfare importanti esigenze insoddisfatte e con un potenziale di esportazione significativamente maggiore di quello che sarà il futuro Franco. - Fregate antiaeree olandesi, se necessario.

In questo caso, si tratterebbe di sviluppare una classe di cacciatorpediniere d'assalto, paragonabile, nello spirito, al programma Multi-Role Support Ship, o MRSS, della Royal Navy. Ricordiamo che si tratta di una nave ibrida, dotata sia della potenza di fuoco di una fregata, sia verso terra che per autodifesa, sia di una base e di una piattaforma aerea che consentono la proiezione aeroanfibia, ma in modo più ridotto rispetto alla PHA del Mistral.

MRSS Fearless Steller Systems Royal Navy
Il progetto MRSS Fearless prefigura il concetto di cacciatorpediniere d'assalto immaginato dalla Royal Navy.

Come accennato in un articolo precedente, questa configurazione originale risponderebbe in modo molto efficace alle esigenze della Marina francese e, più in generale, degli eserciti francesi nella zona d'oltremare, in particolare nel Pacifico e nell'Oceano Indiano, anche nell'Atlantico meridionale.

Infatti, la progettazione e la costruzione di una tale classe di navi permetterebbero in gran parte di compensare il deficit industriale legato al co-sviluppo di sostituti per le fregate Forbin, con i Paesi Bassi, sia per gli Uffici di Progettazione che per il cantiere da Lorient. Inoltre, nulla impedisce ad altri partner europei di aderire a questo programma, anzi, purché la gestione del programma rimanga assicurata da Naval Group.

È interessante notare, inoltre, che la Marina olandese potrebbe trovare interesse in questo, anche se annunciasse, congiuntamente al lancio dello sviluppo delle sue nuove fregate antiaeree, quello di una nuova classe di LHD compatte, per rinnovare le sue capacità aeronautiche .

In effetti, la Koninklijke Marine è una delle rare marine europee, insieme alla Royal Navy e alla Marina francese, ad avere dispiegamenti all'estero, in particolare nei Caraibi. E questi cacciatorpediniere d’assalto apporteranno un significativo valore aggiunto operativo grazie alla versatilità delle loro capacità.

Conclusione

Vediamo, anche se a prima vista controintuitive, che le opportunità per Parigi, come per il Gruppo Naval e la Marina francese, per quanto riguarda l’approfondimento della cooperazione nella costruzione navale militare con L’Aia, Damen e la Marina olandese, sono numerose.

Gruppo navale Lorient
preservare le competenze industriali del sito del Gruppo Navale di Lorient è una questione prioritaria per il Ministero delle Forze Armate e la DGA.

È in particolare il programma delle fregate antiaeree pesanti, annunciato in aprile dalla Marina olandese, a rappresentare il supporto più idoneo per ottimizzare contemporaneamente le risorse della Marina nazionale, anticipando le legittime aspettative olandesi di condivisione industriale diretta o indotta, soprattutto con Damen, per quanto riguarda il programma ORKA.

Questa opportunità non deve però andare a discapito della preservazione delle capacità progettuali e realizzative del gruppo Navale in termini di grandi combattenti di superficie, e deve essere associata ad altre iniziative, intese a fare di un arbitrato inizialmente sfavorevole, un vantaggio operativo per i francesi Marina e competitiva per l'industriale francese.

Tuttavia, collegando iniziative ed esigenze, ad esempio reimpiegando i risparmi derivanti dagli studi realizzati per la sostituzione del Forbin, verso la progettazione di una classe di cacciatorpediniere d'assalto d'oltremare, è possibile trovare un equilibrio reciprocamente vantaggioso per tutti e sei stakeholder coinvolti.

Resta che per dare sostanza ad una visione non lineare come qui sviluppata, è necessario accettare di concepire la cooperazione in maniera globale, e di anticipare sia le future esigenze industriali e politiche, sia le emergenti necessità operative.

Articolo dal 13 giugno in versione integrale fino al 28 luglio 2024

Per ulteriori

Tutto

1 COMMENTO

SOCIAL NETWORKS

Ultimi articoli

Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE