Quali sono i 4 pilastri che renderanno la Cina la superpotenza militare mondiale nel 2035?

Con 2 milioni di soldati, meno di 3000 moderni carri armati, mille aerei da combattimento di 4a generazione e solo 2 portaerei e circa XNUMX cacciatorpediniere, gli eserciti cinesi sono, almeno sulla carta, lontani dal rappresentare un potenziale avversario fuori dalla portata degli Stati Uniti , per non parlare del campo occidentale nel suo insieme. Tuttavia, la costruzione militare intrapresa da Pechino per trent'anni è oggi l'ossessione di soldati e strateghi americani, al punto che tutti gli sviluppi materiali e dottrinali intrapresi attraverso l'Atlantico negli ultimi dieci anni sono solo volti a contenere l'ascesa del eserciti cinesi. Infatti, al di là...

Leggi l'articolo

Rafale, Caesar, FDI, Scorpene...: quali sono questi articoli di equipaggiamento per la difesa francese che esportano così bene oggi?

L'acquisizione di ordini per le esportazioni francesi di attrezzature per la difesa ha raggiunto 11,7 miliardi di euro nel 2021, il terzo miglior anno mai registrato da questo settore, mentre il 2022 promette di essere l'anno di tutti i record, più di 20 miliardi di euro, in particolare per l'ordine di 80 Rafale aerei degli Emirati Arabi Uniti per oltre 14 miliardi di euro. Dal 1950, infatti, la Francia si è evoluta tra il 3° ed il 4° posto nella classifica mondiale degli esportatori di armi, dietro a Stati Uniti, Unione Sovietica/Russia, e in questo settore alla pari della Gran Bretagna. Le esportazioni francesi oggi rappresentano più di...

Leggi l'articolo

SCAF, MGCS: la politica riprende il controllo della cooperazione industriale franco-tedesca della difesa

“Molte cose sono state dette o scritte nelle ultime settimane, penso che con una frase la taglieremo corto dicendo che lo SCAF è un progetto prioritario. […] È atteso tanto da Berlino quanto da Parigi e questo progetto sarà realizzato, non possiamo essere più diretti” In una sola frase, il ministro delle Forze armate francese, Sebastien Lecornu, ha interrotto ogni speculazione sul futuro della il programma di aerei da combattimento di nuova generazione intrapreso da Parigi, Berlino e Madrid. E per aggiungere "Dobbiamo pensare a quale sarà l'aviazione da combattimento del futuro, dal momento che noi...

Leggi l'articolo

Gli eserciti statunitensi stanno preparando la loro evoluzione verso la guerra con i droni prima del 2030

L'uso dei droni militari non è un argomento recente. Già, durante la seconda guerra mondiale, si tentava di trasformare alcuni caccia e bombardieri, nonché di utilizzare sistemi telecomandati per condurre ricognizioni a corto raggio. Durante la guerra del Vietnam, le forze americane impiegarono frequentemente droni per svolgere alcune rischiose missioni di ricognizione o per portare alla luce le difese antiaeree del Vietnam del Nord. Ma il primo esercito che ha fatto un uso intensivo e coordinato di droni in combattimento è stata l'aviazione israeliana che, nel 1982 durante l'operazione Peace in Galilee, ha impiegato intensivamente i droni per...

Leggi l'articolo

Lockheed-Martin ha consegnato un laser ad alta energia da 300 Kw al Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti

Le armi Directed Energy sono, agli occhi del Pentagono e degli eserciti americani, la soluzione preferita per rispondere all'evoluzione delle minacce aeree, in particolare per quanto riguarda droni di tutte le dimensioni e missili da crociera. Nell'ambito del programma Indirect Fire Protection Capability – High Energy Laser, o IFPC-HEL, il produttore Lockheed-Martin ha appena consegnato un laser con una potenza di 300 Kw al Dipartimento della Défense. Questo laser prenderà parte a esperimenti nell'ambito del programma IFPC-HEL entro la fine dell'anno ed è il culmine di uno sforzo unito nel 2019 per acquisire un laser ad alta energia di...

Leggi l'articolo

Olaf Scholz vuole che la Germania prenda il comando nella difesa europea, da sola!

Pochi giorni fa abbiamo scritto che la Germania si stava allontanando dalla Francia senza dirlo in materia di difesa. D'ora in poi, si dice, e in modo molto chiaro. Durante un discorso alla conferenza “La Bundeswehr in una nuova era”, il cancelliere tedesco Olaf Scholz ha definito chiaramente la tabella di marcia di Berlino negli anni e nei decenni in Europa. "Siamo perfettamente chiari, la Germania è pronta a prendere una posizione di primo piano per la protezione del continente europeo". E per aggiungere “In quanto Paese più popoloso, con l'economia più potente d'Europa e posizionato al centro...

Leggi l'articolo

L'esercito americano presenta le sue 6 priorità per affrontare la sfida cinese e russa nel 2030

Fino a poco tempo, l'esercito americano faceva affidamento su due pilastri per prepararsi alle future sfide militari. Da un lato, era pienamente coinvolto nella dottrina Joint All-Domain Command-and-Control, o JADCC, intesa a consentire una maggiore interoperabilità tra le sue unità, ma anche con altri eserciti americani come la US Air Force o la US Navy , così come con i suoi alleati. Si era invece impegnata, durante il precedente mandato, nello sviluppo di un superprogramma denominato BIG-6, in riferimento al famoso superprogramma BIG 5 dei primi anni '70, che diede vita in particolare al Sistema Patriot, veicolo da combattimento della fanteria Bradley o...

Leggi l'articolo

5 rivelazioni a sorpresa sull'esercito russo in Ucraina

A poche settimane dall'inizio dell'offensiva russa in Ucraina, la stampa polacca ha fatto eco ai risultati di un esercizio di simulazione molto inquietante. Denominato "Zima-2020" (Inverno 2020), ha mostrato che un'offensiva russa contro la Polonia vedrebbe la caduta di Varsavia in soli 4 giorni e tutti i punti chiave del Paese in una sola settimana. Quattro settimane dopo, le forze russe che guidavano l'offensiva su Kiev furono bloccate nei sobborghi della città e subirono pesantissime perdite a causa di un esercito ucraino molto combattivo ma ancora scarsamente attrezzato e disorganizzato. Un mese dopo, Mosca decise...

Leggi l'articolo

Arrow 3, KF-51 Panther, F-35..: la Germania volta le spalle alla Francia senza dirlo

Da diversi mesi i programmi di cooperazione industriale della difesa franco-tedesca soffrono di una profonda divergenza industriale, come nel caso dell'opposizione tra Dassault Aviation e Airbus DS nel campo della nuova generazione SCAF del programma di aerei da combattimento, o tra Nexter e Rheinmetall in quello del programma di carri armati del futuro MGCS. Inoltre, Berlino ha preso le distanze o addirittura si è ritirata da certe collaborazioni, come il programma di velivoli da pattugliamento marittimo MAWS affondato dall'acquisizione dell'americano P-8A Poseidons, il programma per l'evoluzione dell'elicottero da combattimento Tiger 3 che sarà prodotto solo da Parigi e Madrid (ma a cui il...

Leggi l'articolo

LPM 2023: 5 Quickwin tecnologici per rafforzare gli eserciti francesi di fronte all'Alta Intensità

Giungiamo alla conclusione di questa serie di articoli dedicati ai temi, ai rischi e alle opportunità che inquadrano il disegno della prossima Legge di Programmazione Militare. Nei giorni scorsi, attraverso la voce del Ministro delle Forze Armate Sebastien Lecornu, sono state svelate alcune tracce sugli obiettivi prioritari di questa LPM, come il raddoppio della riserva operativa (Ipotesi 1 dell'articolo "L'Esercito a i crocevia”), e come la riorganizzazione dello sforzo industriale per rafforzare l'autonomia strategica del Paese. È ovvio che la più grande incognita, ad oggi, rimane l'organizzazione, il finanziamento e la portata di questo sforzo, temi che...

Leggi l'articolo
Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE