L'Europa può porre fine alla guerra in Ucraina?

La scorsa settimana un'analisi pubblicata dal think tank Rand Corporation ha studiato i rischi legati all'allungamento della durata del conflitto ucraino, nonché le soluzioni che potrebbero essere avanzate da Washington per contenerli. Come la maggior parte degli studi pubblicati dalla Rand, anche questo era molto rilevante, documentato e oggettivo, nella diagnosi come nelle soluzioni consigliate. Tuttavia, questo è partito da un postulato di base che richiede una certa prudenza per quanto riguarda l'applicabilità dei risultati presentati: questo studio, infatti, ha studiato il conflitto in Ucraina solo dal punto di vista dell'azione di Washington e dei suoi...

Leggi l'articolo

La prossima generazione di aerei da combattimento dovrà fare affidamento su nuovi velivoli di supporto

Negli ultimi anni è stata lanciata la gara tra le maggiori potenze aeronautiche per sviluppare un caccia di nuova generazione. Che sia l'NGAD della US Air Force, l'NGAD F/A-XX della US Navy, lo SCAF franco-spagnolo-tedesco, l'italo-britannico-giapponese FCAS, o l'ancora segreto programma cinese, questi dispositivi di sesta generazione porterà nuove capacità creando un taglio netto con le generazioni precedenti, molto più di quelle che dovrebbero definire la dubbia quinta generazione. Grazie alle loro capacità di impegno cooperativo, al controllo dei droni e alle prestazioni senza pari con gli attuali velivoli, questi caccia consentiranno alle forze aeree di mantenere per i decenni a venire...

Leggi l'articolo

Il Senato degli Stati Uniti si opporrà alla vendita di F-16 alla Turchia fino a quando Svezia e Finlandia non aderiranno alla NATO

Dopo l'annuncio congiunto di Stoccolma ed Helsinki di una candidatura dei due Paesi alla Nato in una procedura che si dichiara urgente a causa della guerra in Ucraina, Ankara e il suo presidente RT Erdogan hanno più volte argomentato il proprio diritto di veto con il pretesto che il due paesi, e la Svezia in particolare, accoglierebbero i "terroristi" del Partito dei Lavoratori del Kurdistan e del movimento gulenista responsabili, secondo le autorità turche, del tentativo di golpe del 2016. Nonostante i tentativi di negoziato tra le 3 capitali, è stato subito chiaro che le richieste avanzate da Ankara erano inaccettabili...

Leggi l'articolo

La Cina annuncia che il missile anti-nave ipersonico YJ-21 è in servizio a bordo dei suoi cacciatorpediniere Tipo 055

Quando si parla di missili ipersonici, i media mainstream sembrano considerare solo i progressi fatti dalla Russia, che si tratti dell'aliante ipersonico Avangard, del missile aviotrasportato Kinzhal e del missile anti-nave 3M22 Tzirkon, che ha fatto notizia qualche tempo fa. settimane in cui la fregata Admiral Gorshkov intraprese uno schieramento nell'Oceano Indiano passando non lontano dalla costa europea. La Russia, però, non è l'unica ad aver registrato successi significativi in ​​questo ambito. La Corea del Nord ha così effettuato negli ultimi mesi diversi test di un missile balistico dotato di aliante ipersonico, mentre la Cina ha ammesso al servizio...

Leggi l'articolo

Il modulo di guerra contro le mine LCS della Marina degli Stati Uniti sarà presto operativo

La pianificazione della costruzione navale della Marina degli Stati Uniti è stata a dir poco caotica negli ultimi 30 anni, al punto che la marina militare più potente del pianeta oggi deve affrontare alcuni fallimenti di capacità emergenti. Questo è particolarmente vero per la guerra contro le mine, missione ancora oggi svolta da 11 dei 14 cacciamine della classe Avenger entrati in servizio tra il 1987 e il 1994. Sebbene queste navi abbiano già raggiunto il loro limite di età, la US Navy non è effettivamente in grado di rimuoverli dal servizio fino a quando non entra in servizio una capacità alternativa,...

Leggi l'articolo

Dopo l'Europa e il Giappone, gli Stati Uniti rafforzeranno le loro forze in Corea del Sud

Dall'inizio dell'assalto russo all'Ucraina, gli Stati Uniti hanno dispiegato più di 20.000 soldati in più in Europa, per raggiungere un totale di 100.000 uomini e donne dei 4 eserciti statunitensi presenti sul suolo europeo. Allo stesso tempo, la presenza militare americana in Giappone si è notevolmente rafforzata, con il dispiegamento di nuovi sistemi antiaerei e di rilevamento, nonché nuovi dispositivi di combattimento, mentre le tensioni con Pechino, in particolare intorno alla questione di Taiwan, continuano a crescere. Sarà lo stesso in Corea del Sud. Infatti, in visita a Seoul per incontrare il suo omologo Lee Jong-Sup,...

Leggi l'articolo

La guerra in Ucraina e il rischio biologico minaccerebbero la sopravvivenza dell'umanità come mai prima d'ora

Nel 1947, su iniziativa di Albert Einstein, l'Università di Chicago pubblicò per la prima volta sul Bulletin of the Atomic Scientist l'Orologio della fine del mondo, o Doomsday Clock in inglese. Questo orologio rappresentava il tempo che l'umanità aveva lasciato, dalla sua apparizione, prima che un evento cataclismico del tipo della Guerra Nucleare arrivasse a debellarla. Nel 1947 l'orologio era fissato alle 23:53, 7 minuti prima dell'apocalisse. Questo valore, calcolato empiricamente, è servito come punto di riferimento per le future valutazioni annuali, in modo da presentare in modo semplice ed efficace l'aumento o la diminuzione del rischio, secondo il collegio degli scienziati (comprendente una decina...

Leggi l'articolo

Per il think tank RAND, lo stallo del conflitto in Ucraina minaccerebbe direttamente gli interessi statunitensi

Creata nel 1948 dal costruttore aeronautico americano Douglas, la Rand Corporation è oggi uno dei think tank più influenti negli Stati Uniti, in particolare per quanto riguarda gli affari militari e internazionali, soprattutto perché a differenza di altri grandi think tank americani, non è politicamente affiliato. Le sue analisi, infatti, sono il più delle volte valutate con grande attenzione sia dai decisori politici americani che dal Pentagono. Dall'inizio della crisi ucraina, il Rand ha prodotto un gran numero di analisi, spesso molto rilevanti, a un ritmo sostenuto. L'ultima analisi pubblicata il 27 gennaio merita un'attenzione particolare. Nel…

Leggi l'articolo

Abrams, Challenger 3, Armata...: quanto valgono i carri armati moderni? 2/3

Articolo del 6 settembre 2021 aggiornato al 27 gennaio 2023 Dopo che la loro prevista scomparsa era stata quasi annunciata con la comparsa di nuovi sistemi d'arma, il carro armato sta diventando ancora una volta un indicatore chiave della potenza militare di una forza armata, e questo su tutti i teatri. Questo articolo è il secondo di una serie di 3 destinati a presentare i principali modelli di carri armati moderni che equipaggiano o equipaggeranno le forze armate nel mondo. Un primo articolo ha presentato il tedesco Leopard 2, il cinese Type 99A, l'israeliano Merkava Mk IV e il francese Leclerc. Questo presenta l'americano M1A2C Abrams, il Challenger 3...

Leggi l'articolo

Di fronte all'inasprirsi della minaccia, il Pentagono sta cambiando la sua dottrina sui sistemi autonomi

Uno degli assi principali scelti dal Pentagono per mantenere il predominio operativo su potenziali avversari che dispongono congiuntamente di significativi mezzi militari e tecnologici, si basa sull'utilizzo di un gran numero di sistemi autonomi, controllati o meno da uno o più sistemi artificiali intelligenze. Ma di fronte alla sfida rappresentata dall'ascesa della Cina, delle sue industrie e dei suoi 1,4 miliardi di abitanti, la dottrina definita nel 2012 sull'uso dei sistemi autonomi non sembra più appropriata. Per questo dal 2021 ne è stata intrapresa una revisione per tener conto di sviluppi tecnologici come quelli della minaccia. Il…

Leggi l'articolo
Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE