Il modulo di guerra contro le mine LCS della Marina degli Stati Uniti sarà presto operativo

La pianificazione della costruzione navale della Marina degli Stati Uniti è stata a dir poco caotica negli ultimi 30 anni, al punto che la marina militare più potente del pianeta oggi deve affrontare alcuni fallimenti di capacità emergenti. Questo è particolarmente vero per la guerra contro le mine, missione ancora oggi svolta da 11 dei 14 cacciamine della classe Avenger entrati in servizio tra il 1987 e il 1994. Sebbene queste navi abbiano già raggiunto il loro limite di età, la US Navy non è effettivamente in grado di rimuoverli dal servizio fino a quando non entra in servizio una capacità alternativa,...

Leggi l'articolo

Dopo l'Europa e il Giappone, gli Stati Uniti rafforzeranno le loro forze in Corea del Sud

Dall'inizio dell'assalto russo all'Ucraina, gli Stati Uniti hanno dispiegato più di 20.000 soldati in più in Europa, per raggiungere un totale di 100.000 uomini e donne dei 4 eserciti statunitensi presenti sul suolo europeo. Allo stesso tempo, la presenza militare americana in Giappone si è notevolmente rafforzata, con il dispiegamento di nuovi sistemi antiaerei e di rilevamento, nonché nuovi dispositivi di combattimento, mentre le tensioni con Pechino, in particolare intorno alla questione di Taiwan, continuano a crescere. Sarà lo stesso in Corea del Sud. Infatti, in visita a Seoul per incontrare il suo omologo Lee Jong-Sup,...

Leggi l'articolo

La guerra in Ucraina e il rischio biologico minaccerebbero la sopravvivenza dell'umanità come mai prima d'ora

Nel 1947, su iniziativa di Albert Einstein, l'Università di Chicago pubblicò per la prima volta sul Bulletin of the Atomic Scientist l'Orologio della fine del mondo, o Doomsday Clock in inglese. Questo orologio rappresentava il tempo che l'umanità aveva lasciato, dalla sua apparizione, prima che un evento cataclismico del tipo della Guerra Nucleare arrivasse a debellarla. Nel 1947 l'orologio era fissato alle 23:53, 7 minuti prima dell'apocalisse. Questo valore, calcolato empiricamente, è servito come punto di riferimento per le future valutazioni annuali, in modo da presentare in modo semplice ed efficace l'aumento o la diminuzione del rischio, secondo il collegio degli scienziati (comprendente una decina...

Leggi l'articolo

Per il think tank RAND, lo stallo del conflitto in Ucraina minaccerebbe direttamente gli interessi statunitensi

Creata nel 1948 dal costruttore aeronautico americano Douglas, la Rand Corporation è oggi uno dei think tank più influenti negli Stati Uniti, in particolare per quanto riguarda gli affari militari e internazionali, soprattutto perché a differenza di altri grandi think tank americani, non è politicamente affiliato. Le sue analisi, infatti, sono il più delle volte valutate con grande attenzione sia dai decisori politici americani che dal Pentagono. Dall'inizio della crisi ucraina, il Rand ha prodotto un gran numero di analisi, spesso molto rilevanti, a un ritmo sostenuto. L'ultima analisi pubblicata il 27 gennaio merita un'attenzione particolare. Nel…

Leggi l'articolo

Abrams, Challenger 3, Armata...: quanto valgono i carri armati moderni? 2/3

Articolo del 6 settembre 2021 aggiornato al 27 gennaio 2023 Dopo che la loro prevista scomparsa era stata quasi annunciata con la comparsa di nuovi sistemi d'arma, il carro armato sta diventando ancora una volta un indicatore chiave della potenza militare di una forza armata, e questo su tutti i teatri. Questo articolo è il secondo di una serie di 3 destinati a presentare i principali modelli di carri armati moderni che equipaggiano o equipaggeranno le forze armate nel mondo. Un primo articolo ha presentato il tedesco Leopard 2, il cinese Type 99A, l'israeliano Merkava Mk IV e il francese Leclerc. Questo presenta l'americano M1A2C Abrams, il Challenger 3...

Leggi l'articolo

Di fronte all'inasprirsi della minaccia, il Pentagono sta cambiando la sua dottrina sui sistemi autonomi

Uno degli assi principali scelti dal Pentagono per mantenere il predominio operativo su potenziali avversari che dispongono congiuntamente di significativi mezzi militari e tecnologici, si basa sull'utilizzo di un gran numero di sistemi autonomi, controllati o meno da uno o più sistemi artificiali intelligenze. Ma di fronte alla sfida rappresentata dall'ascesa della Cina, delle sue industrie e dei suoi 1,4 miliardi di abitanti, la dottrina definita nel 2012 sull'uso dei sistemi autonomi non sembra più appropriata. Per questo dal 2021 ne è stata intrapresa una revisione per tener conto di sviluppi tecnologici come quelli della minaccia. Il…

Leggi l'articolo

Il sistema di uccisione dura di Iron Fist protegge gli American Bradley solo il 70% delle volte

Entrati in servizio nei primi anni 2010 per proteggere i carri armati Merkava e i veicoli da combattimento di fanteria Namer delle forze armate israeliane, i sistemi di protezione attiva hard-Kill Trophy e Iron Fist degli israeliani Raphael ed Elbit, si sono dimostrati molto efficaci durante gli interventi armati nei territori palestinesi occupati, intercettando decine di razzi anticarro RPG ma anche Konkurs e Kornet lanciati dagli Hezbollah iraniani. Il fatto è che nessun carro armato israeliano è stato perso durante le operazioni militari dei primi anni 2010, a causa del lancio di munizioni anticarro. Questa efficienza non è sfuggita...

Leggi l'articolo

Il programma di energia a microonde Leonidas dell'esercito americano raggiunge un nuovo traguardo

I droni suicidi a lungo raggio come le munizioni per roditori sono stati senza dubbio una delle rivelazioni militari tecnologiche più significative degli ultimi anni. Facili ed economici da produrre, con un'elevata capacità distruttiva, una portata che può superare i 2000 km e una precisione quasi metrica, questi droni rappresentano un'arma con capacità strategica una volta prodotti in grandi quantità, anche per un Paese che non dispone di risorse molto significative . E se il termine "Game Changer" è spesso abusato e usato erroneamente in termini di sistemi d'arma, si applica senza dubbio a questi nuovi droni leggeri, come lo è oggi...

Leggi l'articolo

Di fronte alla Cina, le scorte di munizioni di precisione statunitensi durerebbero solo una settimana

Una settimana ! Questo è il tempo necessario alla US Navy e all'US Air Force per esaurire le sue scorte di munizioni di precisione a lungo raggio in caso di conflitto tra Stati Uniti e Cina intorno all'isola di Taiwan. . Questa è in sostanza l'osservazione dell'ultimo rapporto del think tank americano Center for Strategic and International Studies, o CSIS, che sottolinea anche l'impossibilità per l'industria americana oggi organizzata di soddisfare le esigenze di una guerra ad alta intensità contro un grande potere, se il conflitto dovesse durare, come avviene in Ucraina contro la Russia. E di…

Leggi l'articolo

Gli Stati Uniti vogliono impedire all'Ucraina di passare all'offensiva?

Articolo aggiornato alle 22:00 in seguito all'annuncio da parte degli Stati Uniti di inviare da 30 a 50 M1A2 Abrams in Ucraina. Nelle ultime settimane, la questione dell'invio di carri armati pesanti occidentali in Ucraina è diventata un argomento centrale, sia per la stampa che per molte personalità politiche occidentali. Sotto l'impulso delle autorità polacche, sembra che l'intero problema si riduca all'unica posizione tedesca, che ha rifiutato di inviare a Kiev carri armati pesanti Leopard 2 tedeschi o acquistati dalla Germania. Tuttavia, e come abbiamo già accennato la scorsa settimana, la posizione tedesca non era in alcun modo diversa da questa...

Leggi l'articolo
Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE