6 affermazioni ricorrenti ma errate sul programma aereo di nuova generazione SCAF

Annunciato nel 2017 poco dopo l'arrivo all'Eliseo di Emmanuel Macron per il suo primo mandato, il programma SCAF, per Future Air Combat System, rappresenta uno dei due pilastri principali, insieme al programma MGCS, dell'ambizione Francia-Germania sviluppata in questa data per rafforzare l'autonomia strategica europea nel campo della difesa attorno alla cooperazione industriale strategica tra i due paesi. Da allora, il programma ha integrato la Spagna al suo interno, ma è stato soprattutto segnato da tensioni crescenti e sempre più divisive tra Parigi e Berlino, in particolare tra gli industriali dei due paesi, in particolare intorno ai primi e principali 7 pilastri...

Leggi l'articolo

Esiste davvero una nicchia commerciale per un successore del Mirage 2000

Il 10 marzo 1978 decolla per la prima volta il prototipo del Mirage 2000. Destinato a sostituire il Mirage III/V e IV dell'Aeronautica Militare, il velivolo riscuote un innegabile successo, sia dal punto di vista commerciale con il 601 velivoli prodotti, metà dei quali dedicati all'export verso 8 forze aeree internazionali, ma anche dal punto di vista tecnologico e operativo, essendo il "2000" il primo velivolo a combinare le prestazioni dell'ala Delta che ha decretato il successo del Mirage III , e la combinazione di comandi di volo elettrici e dispositivi avanzati di alta portanza, offrendo prestazioni molto elevate a questo velivolo monomotore considerato da molti...

Leggi l'articolo

In Occidente vengono lanciate importanti manovre per progettare droni da combattimento di nuova generazione

Esistono, ad oggi, ben 7 programmi volti a progettare o integrare droni al fine di estendere le capacità degli aerei da combattimento, e questo solo per il campo occidentale. Negli Stati Uniti, questi programmi ruotano attorno al Next Generation Air Dominance della US Air Force e all'F/A-XX della US Navy; in Europa intorno ai programmi SCAF e Tempest; e in Asia intorno ai programmi FX giapponesi, KF-21 Boramae sudcoreano, così come l'australiano MQ-28 Ghost Bat. Tutti mirano a progettare droni da combattimento stealth ad alte prestazioni, in grado di evolversi attorno e a beneficio degli aerei da combattimento con equipaggio, in modo da...

Leggi l'articolo

4 motivi per accelerare la pianificazione dei programmi SCAF e MGCS

Mentre la cooperazione franco-tedesca attorno ai programmi di velivoli da combattimento SCAF di sesta generazione e il programma di carri armati da combattimento MGCS di nuova generazione sembravano destinati a unirsi alla lunghissima lista di cooperazione industriale della difesa interrotta, il ministro delle Forze armate, Sebastien Lecornu, e il ministro della Difesa tedesco , Christine Lambrecht, ha annunciato in una conferenza stampa congiunta la scorsa settimana che questi programmi giungeranno al termine, suggerendo che l'esecutivo su entrambe le sponde del Reno intende ora riprendere il controllo della conduzione di questi programmi. Questa volontà politica ribadita e determinata, ma anche il contesto geopolitico...

Leggi l'articolo

SCAF, MGCS: la politica riprende il controllo della cooperazione industriale franco-tedesca della difesa

“Molte cose sono state dette o scritte nelle ultime settimane, penso che con una frase la taglieremo corto dicendo che lo SCAF è un progetto prioritario. […] È atteso tanto da Berlino quanto da Parigi e questo progetto sarà realizzato, non possiamo essere più diretti” In una sola frase, il ministro delle Forze armate francese, Sebastien Lecornu, ha interrotto ogni speculazione sul futuro della il programma di aerei da combattimento di nuova generazione intrapreso da Parigi, Berlino e Madrid. E per aggiungere "Dobbiamo pensare a quale sarà l'aviazione da combattimento del futuro, dal momento che noi...

Leggi l'articolo

4 argomenti a favore dello sviluppo di un nuovo caccia francese Mirage

Indipendentemente dal fatto che giunga al termine o meno, il programma di velivoli da combattimento di nuova generazione SCAF che riunisce Germania, Spagna e Francia non vedrà la luce prima della fine degli anni 2040, e probabilmente anche all'inizio degli anni 2050, da l'ammissione di Eric Trappier, CEO di Dassault Aviation. Va detto che per il costruttore aeronautico francese, ma anche per il suo omologo tedesco Airbus DS, questa nuova data è tutt'altro che priva di significato. È infatti nel 2050 che si comincerà a prendere in considerazione la sostituzione di una maggioranza dei Rafale e Typhoon, ma anche degli F-35A venduti di recente. Tuttavia, lo SCAF Next Generation Fighter...

Leggi l'articolo

Olaf Scholz vuole che la Germania prenda il comando nella difesa europea, da sola!

Pochi giorni fa abbiamo scritto che la Germania si stava allontanando dalla Francia senza dirlo in materia di difesa. D'ora in poi, si dice, e in modo molto chiaro. Durante un discorso alla conferenza “La Bundeswehr in una nuova era”, il cancelliere tedesco Olaf Scholz ha definito chiaramente la tabella di marcia di Berlino negli anni e nei decenni in Europa. "Siamo perfettamente chiari, la Germania è pronta a prendere una posizione di primo piano per la protezione del continente europeo". E per aggiungere “In quanto Paese più popoloso, con l'economia più potente d'Europa e posizionato al centro...

Leggi l'articolo

Arrow 3, KF-51 Panther, F-35..: la Germania volta le spalle alla Francia senza dirlo

Da diversi mesi i programmi di cooperazione industriale della difesa franco-tedesca soffrono di una profonda divergenza industriale, come nel caso dell'opposizione tra Dassault Aviation e Airbus DS nel campo della nuova generazione SCAF del programma di aerei da combattimento, o tra Nexter e Rheinmetall in quello del programma di carri armati del futuro MGCS. Inoltre, Berlino ha preso le distanze o addirittura si è ritirata da certe collaborazioni, come il programma di velivoli da pattugliamento marittimo MAWS affondato dall'acquisizione dell'americano P-8A Poseidons, il programma per l'evoluzione dell'elicottero da combattimento Tiger 3 che sarà prodotto solo da Parigi e Madrid (ma a cui il...

Leggi l'articolo

La Germania vuole una difesa antiaerea europea integrata, ma senza la Francia...

È passato molto tempo da quando Emmanuel Macron e Angela Merkel hanno ripetuto più e più volte i vantaggi della cooperazione franco-tedesca per costruire "l'Europa della Difesa", e che tutti i soggetti sono stati considerati nello spettro di questa cooperazione, anche quando era né adatto né efficace. Oggi, la maggior parte dei programmi di co-sviluppo dell'equipaggiamento di difesa franco-tedesco, come SCAF, MGCS, MAWS o CIFS, sono fermi o gravemente ostacolati, quando non vengono abbandonati puramente e semplicemente come Tiger III dalla parte tedesca. Quello che potrebbe apparire come l'emergere di differenze tecniche che ostacolano il progresso di questi programmi industriali, potrebbe in realtà essere...

Leggi l'articolo

Cresce l'ipotesi dell'F-35 in Spagna sulle tensioni attorno al programma SCAF

In occasione dell'International Fighter Conference di Londra 2021, la fiducia di un direttore esecutivo della Lockheed-Martin alla rivista specializzata Défense Janes ha suscitato un certo scalpore all'interno del programma SCAF che riunisce Germania, Spagna e Francia per la progettazione del sostituto di entro il 2040 i velivoli da combattimento Rafale e Typhoon, nonché i suoi sistemi annessi. Secondo la rivista di riferimento, Madrid si sarebbe infatti impegnata a negoziare discretamente con il costruttore americano l'acquisizione di 50 F-35, 25 in versione B con decollo e atterraggio per sostituire l'AV-8B Harrier II che arma la portaerei Juan Carlos, e 25 in…

Leggi l'articolo
Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE