L'India aumenterà il suo budget per la difesa del 13% nel 2023-2024

Se l'aggressione russa contro l'Ucraina ha provocato l'annuncio di numerosi incrementi dei bilanci della difesa dei Paesi europei, anche altri teatri del mondo sono oggetto di intense tensioni, che portano i governi ad aumentare sensibilmente i rispettivi sforzi di difesa. È il caso del Pacifico occidentale, mentre la Corea del Sud, il Giappone e Taiwan sono impegnati in una dinamica volta ad aumentare massicciamente i loro investimenti in difesa a lungo termine per controllare la minaccia rappresentata dalle strategie convenzionali degli eserciti cinese e nordcoreano. Questo è anche il caso dell'India, che deve contemporaneamente tenere sotto controllo il potere...

Leggi l'articolo

Hard-kill, SEAD, munizioni vaganti…: il futuro LPM francese si prepara ad alta intensità

Sebbene non siano stati ancora emessi tutti gli arbitrati, il contenuto della futura Legge di Programmazione Militare che coprirà il periodo 2024-2030 comincia ad essere in parte noto, sia attraverso alcune dichiarazioni ufficiali del Ministro delle Forze Armate Sebastien Lecornu, Capi di Personale e persino il presidente Emmanuel Macron. Pertanto, il bilancio complessivo sembra mirare a una dotazione di 413 miliardi di euro per il periodo, vale a dire un bilancio medio annuo di 58 miliardi di euro, quasi il 32% in più rispetto al bilancio delle forze armate per il 2023 (44 miliardi di euro) e il 66% in più rispetto il bilancio 2017 (35 miliardi di euro). Una volta integrato in un...

Leggi l'articolo

La caccia francese a bordo è minacciata dalla prossima legge sulla programmazione militare?

Al fine di far fronte alle sfide alla sicurezza imposte dagli sviluppi geopolitici e tecnologici, in particolare l'emergere di nuove significative minacce militari, anche in Europa, il presidente Emmanuel Macron ha annunciato, poco dopo la sua rielezione, che una nuova legge sulla pianificazione sarebbe stata progettata per essere presentato nel primo quadrimestre del 2023, e votato subito dal Parlamento, probabilmente prima della pausa estiva. Al di là di una revisione strategica dei più oscuri, mescolando nelle sue conclusioni obiettivi strategici, mezzi e cooperazione, è da allora molto difficile ottenere dal Ministero delle Forze Armate come dallo Stato Maggiore, informazioni sul contenuto di...

Leggi l'articolo

La Colombia annuncia il fallimento del contratto Rafale... e l'ordine di armi CAESAR per 101 milioni di dollari

Aggiornamento: Bis Repetita. Solo poche ore dopo aver annunciato l'ordine di CAESAR da Nexter, le autorità colombiane hanno fatto marcia indietro, confermando invece l'ordine di 18 sistemi ATMOS dall'israeliano Elbit. Secondo Bogotà, Nexter si era rifiutata di rinunciare all'aumento del 12% dei suoi prezzi rispetto alla quotazione iniziale, mentre Elbit ha accettato di rinunciare a tale aumento. Come il Rafale, il CAESAR è risultato il migliore nelle valutazioni effettuate dagli eserciti colombiani. Ovviamente, l'annuncio fatto dal presidente colombiano due settimane fa in merito a un imminente ordine per 16 velivoli Rafale da parte di...

Leggi l'articolo

L'ordine colombiano Rafale potrebbe avvenire entro la fine del 2022

Meno di una settimana fa, abbiamo elencato in un articolo i potenziali futuri contratti Rafale per l'anno 2023. Dei 6 paesi citati, la Colombia era allora quello con le scadenze probabili più brevi, mentre le compagnie aeree del paese avevano annunciato che l'aereo francese soddisfacevano al meglio le loro esigenze di fronte all'F-16V americano e allo svedese JAS-39 Gripen E/F, e che le autorità colombiane avrebbero annunciato la selezione del vincitore di questa competizione durante il mese di gennaio 2023. Da allora, le cose sembrano essere decollate a Bogotà. Poche ore dopo la pubblicazione di questo articolo,...

Leggi l'articolo

I combattenti "leggeri" sono destinati a scomparire?

Ora è ufficiale, il Rafale ha la preferenza delle autorità colombiane per sostituire oggi la sua flotta da combattimento armata con i caccia israeliani Kfir. Sebbene non si tratti, in senso stretto, di un ordine per 16 nuovi velivoli, la Colombia è ora in trattative esclusive con Dassault Aviation e le autorità francesi per concretizzarlo, dopo aver valutato pubblicamente che il Rafale fosse "la migliore opzione per il Paese in termini di prezzo, efficienza e operabilità", pur essendo il 30% più economico da utilizzare rispetto al Kfir attualmente in servizio. Con questo probabile successo, il Rafale supererebbe il numero di velivoli esportati per il Mirage 2000 con...

Leggi l'articolo

Quali sono le opportunità di esportazione per il Rafale per il 2023?

Con 284 velivoli ordinati per l'esportazione dal 2015 per 7 paesi, il velivolo da combattimento Rafale, a lungo denigrato anche ai massimi livelli dello Stato, è ora considerato un enorme successo per Dassault Aviation, arrivando a flirtare con il successo di esportazione del Mirage 2000 e i suoi 286 velivoli esportati in 8 paesi. Se gli ordini effettuati negli ultimi due anni da Egitto (30 velivoli), Grecia (24 velivoli di cui 12 di seconda mano offset), Croazia (12 velivoli di seconda mano offset), Indonesia (42 velivoli) e soprattutto Emirati Arabi Uniti Emirates con 80 velivoli per un contratto record di 13,5 miliardi di euro, ha assicurato la sostenibilità e l'attività...

Leggi l'articolo

Quale alternativa in Francia per la portaerei di nuova generazione?

Da alcuni giorni, nell'ecosfera della difesa francese si fa sempre più sentire un rumore di fondo: di fronte ai vincoli di bilancio legati alla prossima Legge di Programmazione Militare in preparazione, il Programma Portaerei di Nuova Generazione, o PANG , che è stato comunque l'indiscusso star dello show Euronaval 2022 poche settimane fa, sarebbe minacciata. Anche con un aumento significativo del budget, con 100 miliardi di euro in più tra il 2024 e il 2030 rispetto al periodo 2018-2025, circa 400 miliardi di euro, ovvero 57 miliardi di euro in media all'anno, le risorse disponibili non sarebbero infatti sufficienti per finanziare l'estensione delle forze...

Leggi l'articolo

Portaerei NG, SCAF, MGCS ..: la Francia puntava troppo in alto?

Appena due anni fa, il Ministro delle Forze Armate, Florence Parly, ufficializzava l'avvio dei lavori di studio per la costruzione di una nuova portaerei destinata a sostituire dal 2038 la Charles de Gaulle. Da allora sono filtrate molte informazioni su questo programma, che dovrebbe essere, come il Charles de Gaulle, a propulsione nucleare, e raggiungere le 75.000 tonnellate di dislocamento, in particolare per poter implementare le nuove catapulte elettromagnetiche da 90 metri necessarie a lanciare il nuovo Next Generation Fighter del programma SCAF, anch'esso molto più grande del Rafale M. Com'era prevedibile, i costi di progettazione e...

Leggi l'articolo

Il Rafale M è preferito dalla Marina indiana rispetto al Super Hornet

Mentre Dassault Aviation e Team Rafale hanno vissuto due anni di boom nel 2021 e nel 2022 in termini di esportazioni, con la vendita di quasi 180 nuovi velivoli Rafale a Grecia, Egitto, Emirati Arabi Uniti e Indonesia, molti altri negoziati sono regolarmente menzionati come progressivi vicino a una conclusione, con ad esempio la Serbia e l'Iraq. Ma il più grande potenziale di esportazione per i velivoli francesi nei mesi e negli anni a venire spetta all'India, con la competizione MMRCA 2 per 57 o 114 velivoli per l'Indian Air Force, nonché la competizione tra per quasi 2 anni la versione navale del dispositivo,…

Leggi l'articolo
Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE