I nuovi missili balistici nordcoreani potrebbero evitare lo scudo missilistico statunitense

Secondo un funzionario americano, citato dal Los Angeles Times, i nuovi modelli di missili balistici a corto raggio testati dalla Corea del Nord all'inizio di maggio, avrebbero moltissime somiglianze con il sistema russo 9K723 Iskander.

Il sistema Iskander, progettato per contrastare i sistemi di difesa antimissile di fabbricazione americana, opera ad un'altitudine compresa tra 40 e 60 m con una velocità media da mach 000 a mach 6, un'altitudine superiore alla quota massima dei sistemi Patriot PAC-8 e inferiore ai sistemi THAAD e SM3. Infatti, pur trattandosi di sistemi a corto raggio, destinati ad essere intercettati dalla difesa antimissile occidentale, l'Iskander può essere intercettato solo nella fase terminale, quando la sua velocità è massima, ed i tempi di intercettazione più brevi.

Tuttavia, i nuovi missili nordcoreani presentano molte somiglianze con il sistema russo, sia nei profili di volo che nelle tecnologie utilizzate. Quindi, usano un propulsore a combustibile solido, come l'Iskander, e un sistema di controllo a 4 timoni, sempre come l'Iskander. Basta poco per sospettare che Mosca abbia aiutato Pyongyang nella progettazione di questo nuovo missile, a meno che i dati non siano stati acquisiti in modo fraudolento dai servizi segreti nordcoreani, il che non è escluso.

Per ulteriori

Tutto

SOCIAL NETWORKS

Ultimi articoli

Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE