Il Canada sospende l'esportazione di componenti chiave del drone turco TB2 Bayraktar

Il drone da combattimento di fabbricazione turca TB2 Bayraktar ha senza dubbio dimostrato la sua efficienza operativa negli ultimi mesi, sia in Siria, Libia o Nagorno-Karabakh. Ha dimostrato in particolare una grande precisione, sia nel guidare i colpi di artiglieria che nell'uso delle proprie munizioni leggere MAM, infliggendo gravi colpi alle difese avversarie, anche contro moderni sistemi antiaerei come il Pantsir S1. Ma se il drone è ovviamente un successo dell'industria aeronautica turca, i suoi componenti sono invece in gran parte importati dagli “alleati” di Ankara all'interno della NATO.

Ciò è particolarmente vero per il Canada, la cui industria ha fornito anche esso la sfera a infrarossi ed elettro-ottica CMX-15D progettato e prodotto da Wescam, così come il motore Rotax 914 da 100 CV che alimenta il dispositivo. Dopo aver sospeso l'esportazione di componenti ottici all'inizio di ottobre, è ora il turno dell'azienda canadese Bombardier Recreational Product, filiale dell'americana L3 Technologies, che progetta e vende motori Rotax, di sospendere la vendita dei suoi motori ad Ankara . Infatti, la licenza d'uso dei motori Rotax, molto diffusa nel campo dei velivoli ultraleggeri e leggerissimi da turismo a motore, ne vieta l'impiego in ambiti diversi da quello del diporto, in particolare per la progettazione di sistemi d'arma, a meno che non siano espressamente esentati come previsto dalla caso dei droni della famiglia MQ-1 Predator.

erek xocvac turqakan bayraktar n192333 1 Notizie Difesa | Alleanze militari | Armenia
CMX-15D Sfere elettro-ottiche sono state trovate nei relitti della TB2 Bayraktar abbattuta dalle forze armene nel Nagorno-Karabakh.

C'è ancora il 75% di questo articolo da leggere, Iscriviti per accedervi!

Metadefense Logo 93x93 2 Notizie sulla difesa | Alleanze militari | Armenia

I Abbonamenti classici fornire l'accesso a
articoli nella loro versione completa;e senza pubblicità,
a partire da 1,99 €.


Per ulteriori

SOCIAL NETWORKS

Ultimi articoli